Strumenti a leva, la view di Leverage Shares

A
A
A
di Redazione 4 Novembre 2022 | 10:50

Il contesto attuale, caratterizzato da grande incertezza ed elevata volatilità, è certamente favorevole per gli strumenti a leva. In questa ottica, ecco la view a cura di Piero Guseo, Responsabile per il mercato italiano e Senior Institutional Sales di Leverage Shares

Il contesto attuale, caratterizzato da grande incertezza ed elevata volatilità, è certamente favorevole per gli strumenti a leva. L’investimento tattico, diretto a trarre profitto dalle correzioni di mercato, non è mai stato quindi così importante come ora e questo non fa che rafforzare la popolarità degli ETP a leva long e short che permettono di soddisfare le diverse esigenze degli investitori. Infatti, con questi strumenti i trader più esperti possono beneficiare di tutti i vantaggi offerti da prodotti quotati su un mercato regolamentato, più sicuri, trasparenti, liquidi ed accessibili. Inoltre, gli investitori hanno l’esclusiva possibilità di gestire al meglio le proprie risorse tramite una leva a replica fisica. Investendo direttamente nel sottostante, questa modalità esclude l’utilizzo di contratti derivati OTC, eliminando il rischio di credito di controparte che ne deriva.

I recenti movimenti di mercato hanno portato il focus degli investitori in particolare sui prodotti che sfruttano i movimenti al ribasso dei titoli. Ma non dimentichiamo che molti degli utilizzatori di questi strumenti a leva hanno orizzonti temporali spesso brevi e tendono a sfruttare la volatilità e l’impatto delle breaking news sul mercato. Ecco perché è interessante andare a guardare il confronto tra il prodotto long e quello short sullo stesso sottostante. Guardando ai flussi generali di tutti i nostri ETP, le posizioni short, pur avendo ricevuto notevoli apporti, non hanno comunque controbilanciato il calo delle posizioni long. Riteniamo che questo sia dovuto al fatto che gli investitori retail non abbiano ancora un buon grado di confidenza nell’utilizzare i prodotti short con dimestichezza più che a un timore che ha indotto alcuni ad abbandonare l’attività di investimento.

Per il resto dell’anno, riteniamo che gli ETP che permettono di investire nei trend di mercato e nelle tecnologie emergenti saranno sicuramente di grande interesse. L’energia pulita, la tecnologia, l’intelligenza artificiale e le comunicazioni saranno probabilmente i temi dominanti.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti