Etf, da Global X un nuovo prodotto a Piazza Affari

A
A
A
di Redazione 24 Novembre 2022 | 10:38

Global X ETFs, provider di ETF con sede a New York, annuncia il lancio del Global X Nasdaq 100 Covered Call UCITS ETF (QYLD) su Borsa Italiana. Si tratta del primo prodotto sintetico UCITS di Global X, che replicherà l’indice sottostante attraverso un total return swap. Il fondo è l’ultima aggiunta alla gamma di prodotti income della società, che aiutano agli investitori a diversificare il potenziale di rendimento del proprio portafoglio.

In un contesto di tassi in rialzo, le strategie basate su opzioni – come le covered call – possono rappresentare una fonte di reddito, attraverso premi delle opzioni elevati a causa dell’alta volatilità implicita prezzata nel mercato. Vendendo opzioni call su un paniere di azioni mentre ancora si detiene l’asset sottostante, le strategie covered call limitano il potenziale guadagno, ma allo stesso tempo possono generare entrate stabili in periodi di mercato turbolenti. Queste strategie, incluso QYLD, permettono inoltre di diversificare le fonti di reddito degli investitori al di là di azioni e obbligazioni, che in genere faticano a performare nei cicli di rialzo dei tassi.

“Vista l’azione restrittiva delle banche centrali, l’instabilità geopolitica e la volatilità del mercato, le strategie covered call possono offrire agli investitori una protezione importante attraverso premi elevati,” dichiara Rob Oliver, Head of Business Development di Global X in Europa. “È per me una grande soddisfazione annunciare l’arrivo di QYLD, che Global X porta agli investitori europei come parte di una crescente gamma di soluzioni income-based che guardano oltre il mondo obbligazionario”.

Con un rapporto di spesa dello 0,45%, QYLD si affida a un total return swap per replicare una strategia “buy-write”, con l’obiettivo di ridurre gli errori di tracciamento e minimizzare i costi complessivi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti