Etf, l'alternativa allo ''Short Selling''

A
A
A
di Francesco Biraghi 30 Settembre 2008 | 11:30
Nel lunedì nero delle borse mondiali, con Wall Street colta dal panico dopo la notizia che il congresso aveva bocciato il piano Paulson, gli Etf Short la fanno da padrone nella nostra classifica giornaliera, con al primo posto lo Sgam Etf XBear S&P/Mib con un +9,35%.

Troviamo gli Etf Short nelle prime posizioni della nostra classifica con i rendimenti giornalieri di Etf ed Etc alla chiusura dei mercati di lunedì 29. Con questi strumenti si guadagna proprio quando le borse crollano, permettono infatti di puntare al ribasso dei mercati finanziari, in quanto riflettono la performance dell’indice di riferimento a segno invertito.

In questi giorni sono stati un’alternativa importante allo “short selling”, infatti la Consob nei giorni scorsi ha deliberato una restrizione alle vendite allo scoperto sui titoli bancari e assicurativi quotati a Piazza Affari. E’ comunque una disposizione transitoria, che è entrata in vigore dal 23 settembre 2008 e sarà valida fino alle 24:00 del 31 ottobre 2008. La Consob si è allineata ai colleghi internazionali, con la Sec americana che per prima aveva bloccato le vendite allo scoperto su 799 titoli, seguita dalle autorità britanniche e svizzere.

Lo Sgam Etf XBear S&P/Mib utilizza un moltiplicatore, amplificando così la propria esposizione rispetto all’indice S&P/Mib Total Return. Questo moltiplicatore viene determinato periodicamente da SGAM Alternative Investment S.A., e può avere un valore che deve essere compreso tra 1,50 e 2,50. Considerando questa formula matematica, l’esposizione inversa realizzabile mediante l’applicazione del moltiplicatore risulta compresa tra un livello minimo del 150% ed un livello massimo del 200%. Nell’ultimo mese l’ETF emesso da Sgam, è risultato tra i dieci più scambiati per numero di contratti, con il 3,4% del totale e 2.364 contratti. A seguire, in ottava posizione,  il DB X-Trackers DJ Euro Stoxx 50 Short che si ferma al 3,2% del totale per 2.259.

Perdite a doppia cifra invece per tre Etf, con l’ultima posizione occupata dal comparto Lyxor Etf MSCI Greece con un –11,79%. Questo Etf replica l’andamento dell’indice MSCI Greece, che ha l’obiettivo di rappresentare l’85% della capitalizzazione, rettificata per il flottante, di ciascun settore del mercato azionario greco.

I MIGLIORI ETF ETC
Ultimo prezzo Nome prodotto Perf. Daily
54,86 SGAM XBEAR S&P/MIB 9,35%
8,88 ETFS FORWARD AGRICOLTURE DJ-AIGCI-F3 6,91%
39,53 DB X-TRACKERS DJ STOXX 600 BANK SHORT       
6,38%
41,72 DB X-TRACKERS DJ EURO STOXX 50 SHORT 4,64%
78,58 DB X-TRACKERS SHORTDAX 3,94%

I PEGGIORI ETF ETC
Ultimo prezzo Nome prodotto Perf. Daily
8,42 LYXOR ETF MSCI GREECE -11,79%
25,79 SGAM LEVERAGED S&P/MIB -10,14%
69,90 DB X-TRACKERS DJ STOXX 600 BASIC RESOURCES -10,00%
14,95 ISHARES DJ SMALL 200 -9,67%
22,89 LYXOR ETF RUSSIA -9,42%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, GraniteShares: nuova Sales Director per l’Italia

Etf, HANetf annuncia una partnership in Messico

Etf, da Hsbc AM tre obbligazionari sostenibili

NEWSLETTER
Iscriviti
X