Certificati, Societe Generale si conferma leader a Piazza Affari

Societe Generale si conferma per il decimo anno consecutivo leader nel mercato degli strumenti quotati in Italia con una quota del 34% in termini di controvalore negoziato sui prodotti disponibili sul mercato SeDeX di Borsa Italiana e con una quota del 35% per numero di contratti negoziati.

In particolare, il primato è stato ottenuto grazie al successo dei due certificati a Leva Fissa sul FTSE MIB, Long +7x (ISIN LU2141869003) e Short -7x (ISIN DE000SQ4EZ12). Questi due strumenti sono stati, sin dalla loro emissione, i prodotti più scambiati del SeDeX di Borsa italiana e nel 2023 hanno registrato 327 298 contratti per un controvalore scambiato di oltre 2,8 miliardi di euro.

Più in generale, è tutta la gamma di certificati a Leva Fissa di Societe Generale ad aver registrato numeri importanti in termini sia di scambi che di numero dei contratti. Nel complesso la gamma che oggi consente di assumere posizioni a leva long e short su oltre 100 sottostanti tra azioni, indici azionari, future obbligazionari, future su materie prime e tassi di cambio, ha registrato 642.976 contratti e scambiato oltre 4.5 miliardi di euro, vale a dire il 33% dell’intero listino SeDeX nonché circa l’82% del segmento dei certificati a leva fissa.

Costanza Mannocchi, Head of Exchange Traded Products di Societe Generale in Italia, ha commentato: “Dopo essere stato l’assoluto pioniere con la quotazione dei primi certificati a leva fissa e avere aperto la strada a questa tipologia di prodotti in Italia, siamo orgogliosi di celebrare il decimo anniversario della quotazione dei due Certificati a Leva Fissa x7 Long e Short su FTSE MIB che in questi anni ci hanno portato ad essere riconosciuti ancora oggi come leader in questo segmento di mercato. Negli anni il nostro approccio orientato all’evoluzione costante della gamma ci ha consentito di conquistare una quota di mercato considerevole sia in termini di controvalore sia in termini di numero di contratti. Per il 2024 ci aspettiamo di continuare a consolidare la leadership in questo segmento di mercato e di ampliare la nostra gamma prodotti, guardando in particolare ai Turbo ed a soluzioni a capitale protetto”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!