Bitcoin: l’Etf di BlackRock negli Usa supera i 2 miliardi di dollari di Aum

Sono passate meno di tre settimane dallo sbarco sui mercati e l’ETF su Bitcoin di BlackRock (IBIT) ha già superato i due miliardi di dollari di asset in gestione (AUM). I dati ufficiali, infatti, rivelano che il prodotto possiede già più di 52.000 Bitcoin, per un controvalore in dollari superiore ai 2,1 miliardi, come riportato da Cryptonomist.ch.

Gli altri ETF sul Bitcoin

In questo momento il maggior ETF su Bitcoin al mondo per AUM è sempre il Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), che fino a ieri deteneva 496.000 Bitcoin.

Va però evidenziato come prima dello sbarco in Borsa dell’11 gennaio deteneva quasi 620.000 Bitcoin, quindi in poco meno di tre settimane ha liquidato più di 120.000 Bitcoin. Detto questo, attualmente l’AUM di GBTC è ancora superiore ai 21 miliardi di dollari. È però molto probabile che questi valori possano scendere ancora, anche se il ritmo con cui attualmente stanno liquidando Bitcoin si è praticamente dimezzato dai picchi della scorsa settimana.

La cosa interessante è che sommando i Bitcoin acquistati in queste due settimane e mezzo da tutti i nuovi ETF, escluso GBTC, si ottiene una cifra superiore ai 130.000 Bitcoin, ovvero superiore al numero di Bitcoin ceduti da Grayscale.

Quindi complessivamente il saldo è positivo: da quando sono stati lanciati sulle Borse USA i nuovi ETF su Bitcoin spot questi nel complesso hanno aumentato il numero di Bitcoin in loro possesso, nonostante le forti liquidazioni dell’ETF di Grayscale.

Ad esempio FBTC, ovvero l’ETF su Bitcoin di Fidelity, è arrivato a superare i 46.000 Bitcoin, una cifra non di molto inferiore a quella di IBIT.

Più indietro ci sono ARKB (l’ETF di Ark) con più di 14.000 Bitcoin e BITB (l’ETF di Bitwise) con 13.500 Bitcoin. Più distaccati BTCO di Invesco (6.800), e HODL di VanEck e BRRR di Valkyrie con meno di 3.000 a testa.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!