Criptovalute: Ethereum sulla rampa di lancio in vista degli Etf spot negli Usa

Dopo l’approvazione degli ETF spot sul Bitcoin negli Stati Uniti che hanno guidato l’ultimo rally dei prezzi della criptovaluta, gli investitori scommettono ora sull’arrivo dell’ETF spot negli Usa anche per l’Ethereum.

Ad alimentare le speranze degli addetti ai lavori, come fatto notare da Cryptonomist.ch, sono i recenti depositi presentati da noti fund manager del calibro di Franklin Templeton, BlackRock, Fidelity, Ark e 21Shares, Grayscale, VanEck, Invesco and Galaxy e Hashdex che ieri si sono messi in contatto con la Sec per chiedere un nuovo prodotto regolamentato sul settore crypto.

Gli “exchange-traded product” sono Bitcoin hanno già dato i loro frutti, portando ad una riduzione della pressione di vendita sulle borse crittografiche: dall’11 gennaio questi fondi hanno accumulato ben 11 miliardi di dollari in BTC, sostenendo la spinta rialzista sopra i 50.000 USD del crypto asset.

È chiaro che uno scenario simile a quello accaduto per il Bitcoin in cui Ethereum viene incluso come asset di investimento in un prodotto regolamentato dalla SEC porterebbe a un aumento delle contrattazioni di trading in tutto il mondo, con un forte stimolo da parte della domanda istituzionale.

In tutto ciò un altro fattore rialzista è che i prodotti Ether regolamentati potrebbero anche offrire ricompense annuali fino al 5% in base allo staking dei token. L’offerta di tali prodotti è già prevista in alcune parti d’Europa.

ETH ha comunque già tratto vantaggio dalle condizioni bullish del Bitcoin, raggiungendo ieri nuovi massimi annuali in zona 2.800 dollari con una crescita nelle ultime due settimane di oltre il 20%.  Questo significa che diversi traders sono già posizionati sulla crypto con un sentiment rialzista.

Le ultime innovazioni sul fronte tecnico della blockchain di Ethereum potrebbero poi dare quella spinta necessaria ad ottenere maggiore visibilità all’asset, con un possibile boost nelle attività di trading nel pubblico istituzionale.

Nel dettaglio il debutto dello standard ERC-404 che introduce per la prima volta il concetto di “NFT frazionati” e con l’aggiornamento Dencun previsto per marzo che riduce significativamente i costi di transazioni e storage sui layer-2 potrebbe essere i volani necessari a portare ETH al di sopra dei 3.000 USD, e poi successivamente a 3.500 USD ed oltre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!