Etf a stelle e strisce

A
A
A
di Andrea Zona 3 Ottobre 2008 | 10:35
Un’altra giornata difficile per i mercati internazionali che chiudono tutti in rosso. Tra gli Etf chiudono in positivo solo quelli che investono in USA che beneficiano della chiusura positiva di Wall Street di mercoledì. Bene, come al solito in giornate di ribassi, anche gli obbligazionari. Tra le commodities bene solo coloniali e bestiame.

La seduta del 02 ottobre si è chiusa positivamente per gli Etf che investono in USA e obbligazionari.

Il migliore Etf è stato il Lyxor Etf FTSE RAFI US 1000 (+3,88%). L’Etf della casa francese [s]Societe Generale[/s] ha una commissione di gestione annua dello 0,75% e investe nei 1000 titoli a maggiore capitalizzazione trattati su Wall Street.

Tra gli Etf che investono in USA buone performance anche per il PowerShares FTSE RAFI US 1000 (+3,77%), per l’iShares MSCI North America (+2,52%) e per il Lyxor Etf MSCI USA (+2,36%).

Bene anche gli obbligazionari con l’iShares Euro Government Bond 15-30 (+1,32%), con il Lyxor Etf EuroMTS 15+Y (+1,12%), con il Lyxor Etf EuroMTS 7-10 Years (+1,08%), con il Lyxor Etf EuroMTS 5-7 Years (+1,05%)

Molto male invece gli Etf che investono in Russia e America Latina. Il peggiore di giornata è stato il Market Access DAXGlobal Russia (-5,38%) seguito dal DB X-T. MSCI EM Latin Amerika TRN Index (-4,34%), dal Lyxor Etf Latin Amerika (-4,2%), dal DB X-T. MSCI Russia (-3,75%) e dal Lyxor Etf Brazil (-3,21%).
 
Sul fronte degli Exchange Traded Commodities (ETC), rialzi solo per coloniali e bestiame.

L’Etfs Cotton è stato il migliore di giornata chiudendo con una performance di +2,97%. Tra i coloniali bene anche l’Etfs Coffee (+1,73%), e l’Etfs Sugar (+1,25%).

Bene anche il bestiame con l’Etfs Live Cattle (+1,43%) e con l’Etfs Livestock Dj-Aig (+1,13%). Anche il bestiame beneficia della chiusura positiva di mercoledì degli USA. È probabile che con la chiusura negativa di giovedì di Wall Street anche gli Etc sul bestiame tornino a scendere.

Male tutti gli altri Etc con i metalli preziosi tra i più in difficoltà. L’oro e l’argento da sempre considerati beni rifugio in periodi di crisi economica ieri hanno chiuso con performance che vanno dal -1,47% dell’Etfs Physical Silver al -3,64 dell’Etfs Gold. Il future ha chiuso in ribasso vinto dal rafforzamento del dollaro USA e da una generale mancanza di liquidità.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Materie prime: ecco il portafoglio in Etc con un rialzo del 66%

Asset allocation: il caro bollette può far bene al portafoglio

Mercati: il petrolio Brent sui livelli del 2018. I prossimi target e gli Etc

NEWSLETTER
Iscriviti
X