Dalla Sec l’ok agli Etf spot su Ethereum: previsioni su flussi e prezzi

Alla fine della scorsa settimana la SEC ha approvato gli ETF spot Ethereum per la negoziazione negli Stati Uniti. Sebbene la data esatta di inizio delle negoziazioni sia ancora sconosciuta e potrebbe richiedere alcuni mesi, questa approvazione segna un cambiamento significativo nel sentimento della SEC e dei regolatori statunitensi in generale.

Il Grayscale Ethereum Trust (ETHE), lanciato il 14 dicembre 2017 come primo veicolo di investimento, ha permesso agli investitori professionali di ottenere esposizione al secondo più grande cryptoasset, Ethereum.

Quasi 6,5 anni dopo, gli investitori statunitensi hanno finalmente un veicolo di investimento più efficiente per partecipare alla performance di Ethereum.

Gli emittenti di ETF negli Stati Uniti hanno fatto gli aggiustamenti dell’ultimo minuto alle loro dichiarazioni 19b-4 per rispettare la scadenza finale per la decisione della SEC sulla domanda di ETF spot Ethereum di VanEck, che era prevista per il 23 maggio.

Gli analisti di ETF di Bloomberg avevano precedentemente commentato che l’approvazione poteva arrivare già mercoledì di questa settimana, battendo le aspettative del consenso per una data di approvazione successiva.

  1. Quali flussi di fondi dovremmo aspettarci?

Molti osservatori del mercato hanno cercato di ridurre le aspettative per il lancio delle negoziazioni di un ETF Ethereum. Il motivo è che l’approvazione dell’ETF spot Ethereum arriva dopo un boom di afflussi di fondi negli ETF spot Bitcoin negli Stati Uniti. Gli analisti di ETF di Bloomberg prevedono quindi solo circa il 10%-15% dei flussi di ETF Bitcoin per gli ETF Ethereum.

Al momento della stesura di questo contributo, gli ETF spot Bitcoin negli Stati Uniti hanno già registrato afflussi netti cumulativi per un importo di +13,2 miliardi di dollari dall’inizio delle negoziazioni l’11 gennaio 2024.

Il 12,5% di tale importo implicherebbe circa 1,65 miliardi di dollari di potenziali afflussi netti negli ETF Ethereum statunitensi.

Tale importo sarebbe attualmente equivalente a ~15% degli attuali Aum globali degli ETP Ethereum, ovvero ca lo 0,7% del capitalizzazione di Ethereum, ovvero l’importo investito on-chain.

  1. Quale potrebbe essere l’effetto sul prezzo dell’approvazione?

Tuttavia, tale valore di capitale potrebbe ancora avere un impatto molto significativo sulla performance di Ethereum. La performance di Ethereum ha mostrato una sensibilità significativamente maggiore ai flussi di ETP globali rispetto a Bitcoin in passato.

Mentre la sensibilità della performance di Bitcoin ai flussi di ETP globali era intorno a ~1.0, la performance di Ethereum ha mostrato una sensibilità media di circa 6.15 ai flussi di ETP globali in passato. In altre parole, un aumento dell’1% settimanale degli AuM degli ETP globali di ETH era associato a una performance media di ETH/USD del 6.15% settimanale.

Se assumiamo che il “moltiplicatore” di 6.15 sia valido, allora un aumento del ~15% degli AuM globali degli ETF Ethereum sarebbe associato a una performance del ~92%.

Tuttavia, la sensibilità della performance di Ethereum ai flussi settimanali di ETP può variare significativamente nel tempo e recentemente è stata intorno a ~10.5.

Come avvertenza, è importante tenersi presente che la correlazione non implica causalità e che afflussi netti più elevati potrebbero non causare aumenti di prezzo.

Più specificamente, stimiamo che i flussi globali degli ETP Ethereum potrebbero spiegare solo circa il 19,6% della variazione di Ethereum negli ultimi 6 mesi. Quindi, altri fattori come quelli macroeconomici o specifici della moneta hanno avuto un ruolo più rilevante.

  1. Cosa rende speciali questi ETF su Ethereum?

L’approvazione segna un cambiamento significativo nel sentimento della SEC e dei regolatori statunitensi in generale. La recente approvazione del “crypto bill” nel senato degli Stati Uniti ha dimostrato che c’è un consenso bipartisan sull’importanza dei cryptoasset per gli Stati Uniti.

Il fatto che la campagna di Trump abbia recentemente iniziato ad accettare donazioni in criptovalute per il finanziamento della campagna parla chiaro in questo senso, dato che Trump aveva mostrato in passato una posizione piuttosto anti-crypto.

Tuttavia, gli investitori statunitensi ricevono ancora un veicolo di investimento subottimale per Ethereum: il meccanismo di creazione-rimborso non è ancora fatto in natura e lo staking non è stato consentito nei filing.

Pertanto, gli investitori statunitensi non saranno in grado di catturare completamente il profilo di rendimento totale di Ethereum attraverso i rendimenti dello staking, che attualmente ammontano a circa il 3,2% annuo. Gli investitori europei sono ancora una volta meglio serviti con prodotti che consentono di partecipare a questi rendimenti totali, come l’ETC Group Ethereum Staking ETP.

In conclusione:

  • La SEC ha appena approvato gli ETF spot Ethereum negli Stati Uniti. Ci aspettiamo circa 1,65 miliardi di dollari di potenziali afflussi netti nei prossimi tre mesi dopo l’inizio delle negoziazioni.
  • Se assumiamo che il “moltiplicatore di performance” storico di 6,15 per i flussi di Ethereum sia valido, allora un aumento del ~15% negli Aum globali degli ETF Ethereum sarebbe associato a una performance del ~92%.
  • Questa approvazione rappresenta un cambiamento significativo nel sentimento della SEC e dei regolatori statunitensi in generale, ma gli investitori statunitensi continuano a ricevere veicoli di investimento inferiori rispetto a quelli europei.

A cura di Maximilian Monteleone, Co-Founder di ETC Group

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!