JP Morgan scommette sull’Etf obbligazionario

A
A
A
di Redazione 22 Ottobre 2008 | 07:30
Bluerating.com ha intervistato Paolo Zuolo, responsabile del team di Structured Investments Distributor Marketing per l’Italia, Grecia e Turchia di JP Morgan per sapere come utilizzare al meglio gli Etf in questo particolare momento di crisi. E’ emerso che gli investitori istituzionali e retail si stanno avvicinando agli Etf obbligazionari, che hanno beneficiato dei tagli sui tassi da parte delle banche centrali, e sui quali l’istituto americano punterà nei prossimi mesi, cercando nuove aree geografiche.

Dato il periodo generalizzato di crisi dei mercati finanziari, tra le tante tipologie di Etf come azionari, obbligazionari, commodity, esotici quali soluzioni potrebbero soddisfare le diverse propensioni al rischio dei risparmiatori?
In questo momento di mercato stiamo osservando il fenomeno del “fly to quality” e stiamo assistendo ad una crescita dell’interesse degli investitori sia istituzionali che retail  nei confronti degli Etf obbligazionari che ci sentiamo di consigliare. Ad esempio attraverso ETF JP Morgan GBI EMU l’investitore ha accesso ad una gamma diversificata di obbligazioni governative degli Stati dell’area Euro con flessibilità e convenienza tramite l’acquisto di un solo strumento.

Nell’ultimo periodo quali Etf hanno registrato performance soddisfacenti?
Gli Etf obbligazionari hanno ben performato anche grazie ai tagli dei tassi di sconto da parte delle banche centrali avvenuto proprio durante le ultime sedute di borsa. Ad esempio per rimanere all’Etf citato in precedenza dall fine di giugno 2008 ad oggi il GBI EMU ha visto la propria quotazione in borsa italiana salire del 4.69%

In caso di default dei sottostanti di un Etf, quali rischi possono correre i risparmiatori?

Il risparmiatore corre naturalmente i rischi relativi ai sottostanti dell’Etf con la consapevolezza che, nel caso in cui l’indice di riferimento cessi di essere calcolato o pubblicato, avrà diritto al rimborso delle quote direttamente a valere sul patromonio del fondo.

Alla luce dei recenti crolli in borsa della maggior parte dei titoli azionari, nei prossimi mesi su quali tipologie di sottostanti tra tematici, qualitativi o quantitativi le società emittenti punteranno?
Essendo un player di nicchia,  focalizzato su sottostanti di tipo obbligazionario, ci dedicheremo alla creazioni di nuovi Etf ti questo tipo, andando a coprire nuove aree geografiche. Ad esempio una volta completate le emissioni sui segmenti per scadenza delle obbligazioni europee abbiamo appena quotato un Etf per investire sulle obbligazioni del tesoro USA e stiamo lavorando per ultimare le quotazioni sui titoli di stato giapponesi e dei mercati emergenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X