Etf, tradiscono anche i fondamentali

A
A
A
di Cosimo Baccaro 14 Novembre 2008 | 14:45
Ancora una giornata non esaltante per gli Etf e gli Etc quotati a Piazza Affari. Nonostante le chiusure positive delle principali Borse europee e di quella americana, prevale ancora l’incertezza sui mercati dovuti ai continui saliscendi di questi giorni e alla mancanza di una percezione di stabilità.

Partiamo analizzando gli Exchange Traded Funds (ETF). I migliori sono stati il Db x-trackers DJ Stoxx 600 Industrial Goods che ha chiuso con un + 7,01% e l’ IShares DJ STOXX Large 200 che guadagna il + 5,61%. Molto probabilmente questi rialzi così importanti non sono solo dovuti alla chiusura positiva di Wall Street, ma anche e soprattutto alle dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti d’America che ha promesso di stanziare 1000 miliardi di dollari per aiutare le industrie statunitensi ad uscire dalla recessione.

Tra i ribassi, spicca il – 8,58% che ha fatto registrare il PowerShares FTSE RAFI Italy 30. Questo Etf replica l’andamento di un indice costituito da 30 blue chips italiane e le pondera in base all’analisi fondamentale, infatti RAFI stà per Research Affiliate Fundamental Index. Il motivo di questo calo si può ricercare nella pubblicazione delle trimestrali di cassa di alcune tra le maggiori società italiane, bancarie e non, che sono presenti con le percentuali più alte all’interno del paniere dell’Etf. Cali consistenti anche per gli Etf che investono sui meracti emergenti: l’ IShares MSCI Latin America cede il -8,33% mentre il Db-x-trackers MSCI EM Emea TRN Index perde il – 7,71%.

Passiamo ora agli Exchange Traded Commodities (ETC). Ancora male il petrolio, che continua a scontare i timori di un taglio della produzione. L’ETFS Heating Oil e l’ETFS Forward Petroleum DJ-AIGCI perdono rispettivamente il – 3,27% e il – 3,35%. Male anche i beni rifugi, soprattutto l’argento (ETFS Silver cede il -3,95%). Guadagnano gli Etc sui prodotti agricoli, ma in particolar modo sale l’ ETFS Zinc (+ 6,73%), spinto dal calo del dollaro rispetto all’euro che ha favorito le quotazioni dei metalli impiegati nell’industria.

I MIGLIORI ETF ETC
Ultimo prezzo Nome prodotto Perf. Daily
25,05 DB X-TRACKERS DJ STOXX 600 INDUSTRIAL GOODS ETF +7,01
22,40 ISHARES DJ STOXX LARGE 200 (DE) +5,61
30,42 DB X-TRACKERS FTSE VIETNAM ETF +4,90
15,42 LYXOR ETF RUSSIA (DJ RUSINDEX TITANS 10) +3,48
12,80 ISHARES MSCI TURKEY +2,56

I PEGGIORI ETF ETC
Ultimo prezzo Nome prodotto Perf. Daily
5,325 POWERSHARES FTSE RAFI ITALY 30 FUND -8,58
9,58 ISHARES MSCI LATIN AMERICA -8,33
29,15 ISHARES DJ STOXX 600 RETAIL SWAP (DE) -7,75
13,41 DB-X-TRACKERS MSCI EM EMEA TRN INDEX ETF -7,71
11,10 DB X-TRACKERS MSCI RUSSIA CAPPED INDEX ETF -7,58

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf: azionari globali sugli scudi

Etf, Fidelity in pressing sulla Sec per il Bitcoin

Etf, ecco il portafoglio tematico che continua a guadagnare oltre il 70%

NEWSLETTER
Iscriviti
X