Certificati e Private Banking, soluzioni su misura

A
A
A
di Redazione 25 Novembre 2008 | 08:40
Durante il convegno intitolato: “I Certificati: strumenti di ottimizzazione per portafogli Private”, organizzato da Acepi e Aipb giovedì scorso a Milano, Bluerating.com ha intervistato Gianfranco Venuti, direttore servizi finanziari e operativi di Bipiemme Private Banking SIM e vice presidente della Commissione Mercato Finanziario di Aipb, per avere una view sul rapporto che esiste tra i private banker e i certificati.

Per Gianfranco Venuti (nella foto), direttore servizi finanziari e operativi di Bipiemme Private Banking SIM, i certificati sono prodotti derivati che nascono con logiche di hedging, di diversificazione e di market timing, per questo sono una buona soluzione di investimento anche per i portafogli della clientela private.

E visto che in questo momento, aggiunge Venuti, anche la clientela private ha aumentato la propria avversione al rischio ed è alla ricerca di protezione, i certificati possono essere considerati come un buon strumento per soddisfare queste esigenze.

E dato l’attuale periodo difficile per i mercati, conclude Venuti, i certificates devo essere utilizzati dai private banker con una logica di strumenti di investimento tailor made su ciascun portafoglio. E’ indubbio, inoltre, che in questa fase di mercato gli Equity protection, i Bonus e i Twin Win possano dare dei buoni risultati.
 
Se vuoi ascoltare l’intervista completa clicca sul podcast.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bipiemme, private banking evolution

NEWSLETTER
Iscriviti
X