ETF – il patrimonio globale sale di 61 miliardi nel 2008

A
A
A
di Marco Mairate 18 Dicembre 2008 | 09:50
Nessuna crisi per il mercato globale degli Etf. Secondo l’ultimo report diBarclays Global, tra i primi operatori americani Standard and Poors (S&P) occupa il primo posto con 184,32 miliardi di dollari di patrimonio gestito in prodotti legati ai propri benchmark, segue MSCI con 119,25 miliardi di dollari e Russel che chiude il terzetto con 47,97 miliardi di dollari. Complessivamente i tre operatori si apprestano a lanciare 570 nuovi fondi.

IL TREND GENERALE

Visto l’attuale clima di incertezza che regna tra i mercati, gli investitori sono diventati maggiormente avversi al rischio controparte, trasparenza, liquidità e all’utilizzo di derivati e prodotti strutturati. Come risultato, l’utilizzo di Etf per implementare l’espozione al cash, al reddito fisso, materie prime e indici azionari è divenuta una pratica sempre più comune.

A dirlo è l’ultimo report mensile di Barclays Global Investors che spiega come  la raccolta degli ETF prosegua nonostante il calo dei mercati  in novembre. Secondo lo studio le vendite nette di fondi comuni in Europa (esclusi gli ETF) sono state negative di 505 miliardi di dollari nei primi dieci mesi dell’anno, diverso il trend di raccolta di ETF che invece riescono a registrare un saldo positivo di 61 miliardi di dollari.

Sul fronte degli investimenti alternativi, le masse gestite dai fondi hedge dovrebbero ridursi del 35-45% tra il giugno 2008 e il prossimo gennaio: di questi soldi la maggior parte verrà riscatta nei mercati di Europa e Asia.

I NUMERI DELL’INDUSTRIA

Alla fine di novembre gli Etf ammontavano a 1539  con 2580 quotati e un patrimonio di 633,83 miliardi di dollari, patrimonio gestito da 86 manager su 42 mercati sparsi per tutto il mondo.

A livello globale le masse gestite sono calate del 20,4%, una flessione di ben lunga inferiore a quella dell’indice MSCI World index espresso in dollari (-43%). Il numero di ETF totale nel medesimo periodo di tempo è aumentato del 31% mentre il volume medio delle transazioni è cresciuto del 94% a 117,5 miliardi di dollari al giorno.

Il MERCATO IN EUROPA

Alla fine di novembre, in Europa esistevano 29 gestori per 595 Etf e 1.474 prodotti quotati: complessivamente il patrimonio totale ammonta a 124,87 miliardi di dollari distribuiti su 19 mercati finanziari.

Durante l’ultimo anno, il patrimonio degli Etf europei è calato del 2,8% contro il –50,56% dell’indice MSCI Europe (espresso in dollari).

A livello di singola asset class, gli Etf esposti verso il reddito fisso registrano una percentuale degli asset investiti del 27,4%, ovvero la più alta quota rispetto tutto il patrimonio. Durante tutto il 2008, in Europa, sono stati lanciati 179 nuovi ETF e lo scorso 11 aprile è stato l’ottavo compleanno del primo ETF in Europa.

IL MERCATO A STELLE E STRISCE

 Alla fine di novembre negli Stati Uniti esistevano 19 emittenti di Etf che gestivano 668 prodotti, con un patrimonio di 443,83 miliardi di dollari divisi su 3 mercati. Complessivamente negli Usa, lo scorso anno, sono stati lanciati 130 nuovi Etf.

Il patrimonio degli Etf quotati è calato del 23,6% contro il –39,64 registrato dall’indice MSCI US index in dollari. Lo scorso 11 aprile, in America è stato quotato il primo Active ETF, tracker che deve dare informazioni circa le posizioni detenute in portafoglio.

Per il prossimo anno sono previsti 469 nuovi lanci negli Stati Uniti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti