ETFplus, boom di contratti per un Etf di Sgam

A
A
A
di Redazione 17 Novembre 2008 | 11:31
Bluerating.com ha stilato la classifica dei migliori Etf e Etc, trattati sull’ETFplus di Borsa Italiana, nella settimana che va dal 10 al 14 novembre. Nella prima categoria ha fatto il suo ingresso, con un boom di contratti scambiati, lo Sgam Etf Xbear S&P/Mib. Mentre tra gli Etc, ex aequo al primo posto per l’ETFS Crude Oil e ETFS Physical Gold.

Ecco di seguito la classifica dei migliori Etf e Etc, trattati sull’ETFplus di Borsa Italiana, nella settimana che va dal 10 al 14 novembre stilata da Bluerating.com:

I migliori Etf della settimana per controvalore

Nome Etf Controvalore (mil. €) Numero Contratti
LYXOR ETF EURO CASH 157 886
LYXOR ETF DJ EURO STOXX 50 63 1.260
SGAM ETF XBEAR S&P/MIB 42 2.846

Nella seconda settimana di novembre i risparmiatori hanno continuato a investire su Etf a basso profilo di rischio. Sono infatti ancora gli Etf sulla liquidità e sull’Europa a dominare gli scambi. Tra i primi tre Etf, rispetto alla settimana precedente, l’Etf sull’indice DJ Euro Stoxx 50 ha sorpassato l’iShares DJ Euro Stoxx 50, riconquistando così il terzo posto perso la settimana precedente. Mentre ha fatto il suo ingresso lo Sgam Etf Xbear S&P/Mib, un prodotto short, che ha registrato un boom di contratti scambiati, segno che gli investitori si aspettano che il livello dell’indice S&P/Mib sia destinato a scendere a breve.

A livello generale
, il mercato degli Etf ha chiuso 29.872 contratti per un controvalore complessivo di 799,2 milioni di euro.
 

I migliori Etc della settimana per controvalore

Nome Etc Controvalore (mil. €) Numero Contratti
ETFS CRUDE OIL 2,9 361
ETFS PHYSICAL GOLD 2,9 85
ETFS GOLD BULLION SECURITIES 1,5 106

Nella seconda settimana di novembre gli Etc su petrolio e oro hanno consolidato il proprio ruolo nella zona alta degli scambi per controvalore.

E secondo Massimo Siano, responsabile per l’Italia per ETF Securities, intervistato da Bluerating.com “in questa fase di mercato gli investitori istituzionali sembrano divisi tra chi prevede la deflazione e chi l’ inflazione. C’e’ chi come Jim Rogers crede che il ribasso dei tassi d’interesse abbia come effetto principale l’inflazione e quindi il conseguente rialzo dei prezzi delle materie prime, in particolare il petrolio e l’oro, c’e’ chi come le banche centrali al contrario temono la deflazione ed abbassano i tassi d’interesse rendendo l’ investimento sul cash meno conveniente. L’equilibrio sembra instabile, o deflazione o inflazione pochi prevedono una crescita del PIL a breve termine, così molti investitori per non sbagliare diversificano il loro portafoglio obbligazionario e monetario con l’ETFS Crude oil ed ETFS Physical Gold“.

A livello generale
, il mercato degli Etc ha chiuso 1.661 contratti per un controvalore complessivo di 17,9 milioni di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, GraniteShares: nuova Sales Director per l’Italia

Etf, HANetf annuncia una partnership in Messico

Etf, da Hsbc AM tre obbligazionari sostenibili

NEWSLETTER
Iscriviti
X