Il robo-advisor scopre il “factor investing”

A
A
A
di sharman24 giugno 2016 | 12:24

La platea dei robo-advisor diviene giorno dopo giorno più affollata. Spesso le leve di marketing sono molto simili: si parla di strumenti creati per investitori millenial e caratterizzati da bassi costi. E’ sempre più difficile trovare elementi per differenziarsi.

Ci ha provato Longwave Advisor, che mercoledì ha lanciato il suo robo-advisor, definendolo come la prima piattaforma automatizzata d’investimento in grado di incorporare il cosiddetto “factor investing”: un approccio che permette la gestione attiva del rischio in ciascun portafoglio di fronte al mutare delle condizioni sui mercati finanziari. L’assunto di base del factor investing è infatti quello di ricondurre la gestione dei portafogli a fattori macroeconomici come inflazione o tassi di interesse, e fattori di stile, ovvero value, qualità, momentum e volatilità.

Advanced Investing Platform for the Next Generation (PRNewsFoto/Longwave Advisor)

Advanced Investing Platform for the Next Generation (PRNewsFoto/Longwave Advisor)

Nel comunicato stampa diffuso da Longwave, società controllata da Wavelength Capital Management, uno dei fondatori, Andrew Dassori, spiega che “Longwave Advisor apre le porte a una qualità dell’investimento di tipo istituzionale, permettendo ai privati di investire come i fondi pensione o le fondazioni”.

Come funziona?

La piattaforma permette agli utenti di investire per un preciso obiettivo finanziario, ad esempio comprare una casa o risparmiare per una vacanza. Dopo avere selezionato un obiettivo finanziario, denominato Wealthblock, gli investitori completano un questionario comportamentale per la composizione su misura di un portafoglio di investimento coerente con la tolleranza per il rischio e l’orizzonte temporale di ciascun obiettivo. Il portafoglio dei clienti viene poi investito in 40 mercati globali attraverso ETF. Gli account sono disponibili da un investimento minimo di 3.000 dollari per investitori sotto i 25 anni e di 5.000 dollari per gli over 25.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Reti, i benefit per i top manager

Azimut pigliatutto nei reclutamenti

Investire oggi: l’analisi dei mercati finanziari di Luglio 2018

Comgest sceglie l’analista Hyuga

Tutto quello che avreste voluto sapere su come iscriversi al nuovo Albo (ma non avete mai osato chiedere)

Un appello a Di Maio per parlare anche di consulenza

Finanziamenti, nel 2018 piccolo è meglio

Etf, quando gli smart beta cambiano il benchmark

Scf, prosegue l’attività in vista dell’Albo

Intesa Sanpaolo, se il prelievo lo fai dal tabaccaio

Nuovo esame Albo, mettiti alla prova

Niente tasse per chi investe in startup?

Intesa Sanpaolo è la miglior banca italiana

Blockchain a buon mercato

Un viaggio sicuro con Allianz GA

Esma, un anno all’insegna di Mifid 2

Gestione di portafogli abusiva, arriva la doppia sanzione

Caso fee only: (non) c’è il rischio della sospensione dell’attività

Diamanti, si ritiri chi può

I wealth manager e la sfida della financial data science

Ab, è l’ora degli alternativi

Consulente dal piccolo portafoglio? La Maieutica ti aiuta

Asset allocation, una questione di stile

Consulenti, 4 rischi per il portafoglio dai quali stare alla larga

Divergenze sulla governance, si dimette il presidente di Banca Carige

Una borsa per i neo consulenti

Small cap in the Usa con Goldman Sachs

Gli investimenti sono (non solo) un gioco

Mps-Axa, ecco la fusion tra unit linked e gestione separata

Consob e la macchina delle sanzioni

Ecco il menù di Bnp Paribas a ITForum 2018

Consulenza finanziaria in semplicità

Le nuove regole dei servizi d’investimento, facciamo il punto

Ti può anche interessare

Bonsignore (Mobysign): “Pagare con smartphone ora è facile e veloce”

Il ceo di Mobysign illustra a Bluerating.com le caratteristiche dell'app, già scelta da Coop e Orac ...

Arriva la prima soluzione Blockchain per il mercato assicurativo italiano corporate

A costituirla sono state Generali Global Corporate & Commercial Italia, AIG e UnipolSai Assicura ...

Milano, taglio del nastro per il Fintech District

Si tratta della prima area urbana dedicata alle imprese e alle startup che lavorano per fondere la t ...