Swift, oltre 70 banche nel progetto sui pagamenti transfrontalieri

A
A
A
di Ettore Mieli 6 Luglio 2016 | 14:43

Sono 73 le banche di tutto il mondo che hanno aderito al progetto globale sui pagamenti di Swift, un progetto per migliorare i pagamenti transfrontalieri. Anche le italiane UniCredit e Intesa Sanpaolo hanno aderito all’iniziativa, unendosi a banche che comprendono, tra le ultime arrivate, Alfa-Bank, Axis Bank, Banco de Crédito del Perù, Banco do Brasil, Bangkok Bank, Bank of Nova Scotia, Banque Européenne d’investissement, CaixaBank, Canadian Imperial Bank of Commerce, Credit Agricole, CTBC Bank, E.Sun Commercial Bank, Fifth Third Bank, ICICI Bank, Itaú Unibanco, Mashreq Bank, Promsvyazbank, Rabobank, Svenska Handelsbanken, Swedbank, TMB Bank e US Bank. Un insieme che il 73% di tutti pagamenti transfrontalieri sulla rete Swift.

Il progetto è aperto a tutte le banche che vorranno aderire in futuro. Le banche partecipanti potranno offrire alla clientela corporate un’esperienza molto migliorata per i servizi di pagamento, con disponibilità same-day dei fondi, commissioni trasparenti e monitoraggio end-to-end. I primi risultati del progetto pilota verranno diffusi a settembre in occasione dell’evento Sibos 2016 a Ginevra.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pagamenti transfrontalieri, Swift lancia la tracciabilità in tempo reale

NEWSLETTER
Iscriviti
X