Sei social crowdfunders per il Terzo Settore, pronti ad entrare in azione nel no profit

A
A
A
Alessandro Rossi di Alessandro Rossi 25 Luglio 2016 | 14:43

Sono in sei, hanno dai 23 ai 33 anni. Hanno imparato ad usare le basi del crowdfunding e gli strumenti pratici per la realizzazione di una campagna rivolta al Terzo Settore. Si è conclusa così la prima fase del progetto Social Crowdfunders, sviluppato e sostenuto da Ente Cassa di Risparmio di Firenze e da siamosolidali.it, mirata alla formazione di 12 nuove figure professionali specializzate nel Terzo Settore. Ora scenderanno sul terreno pratico. In questo modo le associazioni coinvolte nel progetto potranno contare su figure già formate ed operative, di grande aiuto per lo sviluppo della loro attività sul territorio con la raccolta di risorse. I progetti saranno disponibili sulla piattaforma di crowdfunding Eppela per un periodo di 40 giorni con tempistiche differenti. Ente CR Firenze finanzierà il 50% di ciascun progetto con un massimo di 10.000 euro. I ragazzi selezionati e le relative associazioni a cui sono stati abbinati sono: Giacomo Bucciantini (23 anni) –  Associazione Noi per Voi; Francesco Vitali (26 anni) –  Cooperativa Margherita Fasolo; Costanza Zaino (28 anni) –  Fondazione Giovanni Michelucci; Olivia Guardi (32 anni) –  Made in Sipario Onlus; Stefania Basso (33 anni) –  Centro Terapeutico Europeo; Giulia Contini (27 anni) – Misericordia di Firenze.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X