La prima banca per freelance e lavoratori autonomi è pronta al debutto

A
A
A
Avatar di sharman1 agosto 2016 | 14:10

A ogni categoria di lavoratori la sua banca. E’ il principio che ha ispirato la nascita di Monizo, la prima banca al mondo, completamente accessibile via mobile, dedicata ai freelance e ai lavoratori autonomi.

Monizo è stata fondata lo scorso marzo ed è ancora nella fase di sviluppo, ma i tempi per il lancio sono sempre più vicini, come ha chiarito in un’intervista a Banking Tecnology il fondatore Samuel O’Connor.
L’idea è nata dall’esperienza personale del fondatore, che dopo aver venduto una società fondata in precedenza si è dall’oggi al domani ritrovati ad essere lavoratori freelance, con tutte le difficoltà nella gestione del denaro che ciò comporta. Difficoltà che lo accomunano ad altri 5 milioni di britannici privi di un rapporto di lavoro dipendente, ai quali è stato chiesto quali fossero le loro aspettative da un servizio bancario.

Ne è nata l’idea di creare uno strumento in grado di abbattere le incombenze amministrative. Ad esempio gli utenti riceveranno una notifica in tempo reale a ogni loro spesa e ogni scontrino virtuale verrà archiviato in automatico. Oppure ancora, il sistema avrà una funzione chiamata “Tax crystal ball“, in grado di fornire in tempo reale una previsione sulle tasse da pagare. E altre funzioni che ricorderanno automaticamente i pagamenti da riscuotere o da effettuare.
Per utilizzare il servizio gli utenti pagheranno una commissione fissa mensile.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fee only, gli ingressi rallentano a settembre

Fee only, ad agosto arriva il bis

Fee only, luglio sfiora quota 250

Ti può anche interessare

Blockchain a passo di leasing

Tutto pronto per il Salone del leasing, che avrà come focus il business matching e l'innovazione di ...