Da Amazon a Jp Morgan, tutti puntano al mercato dell’auto online

A
A
A
di Daniel Settembre 29 Agosto 2016 | 12:34

Il mercato dell’auto sembra essere il settore sul quale si stanno concentrando le mire dei più grandi colossi web, e non solo. L’ultimo a entrare nel mercato dell’automotive è Amazon con il lancio del portale di ricerca Amazon Vehicles, una piattaforma che offre ai consumatori una scelta vastissima di veicoli nuovi, usati e da collezione, con l’obiettivo di creare – con gli strumenti che sono già disponibili – una community di persone interessate al settore, in grado di interagire non solo caricando annunci e fotografie, ma anche con richieste di approfondimenti generali e sui singoli modelli.

Amazon per il momento non entrerà nell’ambito delle transazioni dirette, ma intende ampliare con Amazon Vehicles, che è una nuova sezione dello store Amazon Automotive, i servizi gestiti con grande successo anche nel reperimento e nell’acquisto di accessori e ricambi, spostandosi verso una collaborazione ‘trasversale’ con tutti i suoi (numerosi) ambiti di attività. L’annuncio del portale Amazon Vehicles arriva, non a caso, dopo l’avvio di un test negli Stati Uniti con Hyundai: questa sperimentazione, chiamata “Prime Now. Drive Now” (dal servizio Amazon Prime Now che è conosciuto in quel vasto mercato per le consegne di prodotti per la casa) prevede l’arrivo a domicilio nella zona di Los Angeles e ed Orange Conty di chi ha aderito di una Elantra 2017 da provare per un periodo compreso tra 45 e 60 minuti.

Sempre da Oltreocano, novità in questa direzione arrivano anche dalla finanza. Jp Morgan Chase sta infatti cercando di facilitare il processo di acquisto di auto grazie ad una nuova offerta digitale, che consentirà ai clienti di comprare auto e ottenere un finanziamento direttamente dal proprio Pc o smartphone. Potenzialmente in ottica di avvicinare l’acquirente all’acquisto e azzerare il tempo trascorso in concessionaria.

Si chiamerà Chase Auto Direct e sarà supportato da TrueCar, un servizio digitale per la compravendita di auto. I clienti potranno analizzare le opzioni di finanziamento per un auto nuova o usata e ottenere il loro prestito sul sito web della banca. Si potrà anche apportare modifiche alle caratteristiche di auto o aggiungere prodotti in supplemento. Per ora il servizio sarà disponibile in 30 Stati degli Usa, ma la banca prevede implementazioni all’inizio del prossimo anno.

Il mercato automobilistico interessa anche Apple che nei giorni scorsi, come scrive il Wall Street Journal, ha assunto Dan Dodge, ex dipendente di BlackBerry che nell’azienda canadese si occupava di dirigere il team dedicato allo sviluppo del software per il settore auto. Una decisione che potrebbe dare un’accelerazione al progetto Titan, il programma di Cupertino destinato alla costruzione di un nuovo modello di auto elettrica.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Amazon lancia “Vehicles”: il futuro e-commerce per le auto?

NEWSLETTER
Iscriviti
X