J.P. Morgan alla conquista virtuale dell’Asia

A
A
A
Avatar di Federico Morgantini 21 Ottobre 2016 | 09:14

Che la Cina sia il paese più popoloso del mondo con 1,3 miliardi di abitanti è ormai cosa nota. Che l’India la segua con 1,1 miliardi anche.

Ma che in Asia ci sia un altro gigante non è così noto: si chiama Indonesia …e non è solo Bali per le vacanze!

L’Indonesia, colonia olandese fino al 1945, è una Repubblica Presidenziale che si estende su 17.507 isole e ha una popolazione di 255 milioni di persone, posizionandosi al quarto posto mondiale per popolosità dopo gli Stati Uniti e prima del Brasile.

E’ proprio qui in Indonesia che J.P. Morgan ha lanciato da pochi giorni la suo seconda “filiale virtuale”.

La prima è in India, lanciata lo scorso dicembre. Questa ha avuto un forte successo. Lo stesso risultato è atteso anche dall’Indonesia.

manoj-dugar

Manoj Dugar, direttore dei Treasury Services di J.P. Morgan Asia Pacific

I prossimi due paesi di apertura saranno la Cina e la Tailandia, gli altri due giganti asiatici ancora mancanti.

<<Insieme ai miglioramenti tecnologici, le modifiche normative hanno consentito a banche e imprese di rendere le loro filiali virtuali una realtà. JP Morgan ha adottato un approccio altamente innovativo in questo ambiente in rapida evoluzione e continuerà a investire per semplificare e migliorare “l’esperienza bancaria” dei nostri clienti >>, ha dichiarato Manoj Dugar, direttore dei Treasury Services di J.P. Morgan Asia Pacific.

Le due filiali virtuali si basano sulla tecnologia “JP Morgan ACCESS® OnlineSM” e sono piattaforme completamente integrate che forniscono una suite completa di servizi bancari a cui si può accedere in modo sicuro da desktop e da dispositivi mobili. Con il servizio i clienti possono presentare documenti in modo digitale, avviare e approvare delle operazioni on-line così come avere una visibilità completa di tutte le operazioni di pagamento domestiche o transfrontaliere.

Con riferimento ai paesi dove le filiali virtuali sono già attive, Manoj Dugar ha puntualizzato: <<A causa degli adempimenti di legge sul flusso di capitali in entrambi i paesi, la presentazione di documenti fisici per facilitare i pagamenti è un processo rigoroso. La filiale virtuale è una soluzione efficace in quanto contribuisce a digitalizzare il flusso di lavoro e riduce in modo significativo la necessità di essere fisicamente presenti agli sportelli>>

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, il FinTech ai tempi del Covid-19

ACP SGR, a tutto Fintech

Banche, il fintech ammazza i ricavi

ITForum: tra fintech, investimenti, advisory e space economy

Banca Mediolanum: il risk management diventa futuristico

Milano a tutta blockchain

CF Webinars, il Fintech al centro della puntata di luglio

A Rimini ecco i FintechAge Awards

Forbes in edicola, aspettando i FintechAge Awards

Schroders pronta per il pieno di fintech

Il futuro della banca non è in banca

10 trend per capire le banche nel 2018

La finanza digitale secondo Consob

Mifid 2 e fintech a portata di click

Nasce Italiafintech

Un fintech tailor made per il futuro delle banche

Il private equity punta sul Fintech

Robeco lancia un fondo sul Fintech

Fintech e Mifid 2, così cambierà il settore finanziario

Sorpresa: anche i millennials preferiscono i cf in carne e ossa

ITForum Milano, Mifid 2 e Fintech al centro della scena

Arriva la Mifid 2: care reti e sgr, siete veramente pronte?

Consulenti e Fintech nell’era di Mifid 2: se ne parla alla Tol

Tra Fintech e Mifid 2: le nuove regole del gioco a ITForum Milano

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Satispay, Credimi, Moneyfarm e altre fintech finiscono in Parlamento

Il Fintech in un limbo. Ci vogliono regole

Arriva il primo Master in Digital Innovation e Fintech: ecco tutto quello che c’è da sapere

Ubs organizza una nuova challenge a tema fintech

Milano capitale europea del Fintech? Farebbe volare il marketplace lending italiano

Fintech dirompente, ma le banche non rinunciano al fattore umano

Nasce Supernovae Labs, il primo acceleratore fintech per banche e assicurazioni in Italia

La Consob mette in guardia sui rischi del fintech

NEWSLETTER
Iscriviti
X