La metà dei clienti delle banche si rivolge alle società FinTech

A
A
A
di Ettore Mieli 2 Novembre 2016 | 13:53

Metà della clientela bancaria di tutto il mondo utilizza prodotti o servizi di almeno una FinTech secondo i risultati emersi dal primo World FinTech Report (WFTR) realizzato da Capgemini e LinkedIn in collaborazione con Efma. La prima edizione di questo studio – basato su un sondaggio che ha coinvolto 8.000 clienti in 15 Paesi – quantifica e traccia la risposta dei clienti all’ascesa delle FinTech, riportando i punti di vista degli executive di operatori finanziari sia tradizionali che FinTech e riepilogando i fattori che rendono essenziale l’innovazione nello scenario emergente di questo mercato.

Lo studio WFTR ha evidenziato in particolare che le FinTech stanno guadagnando presenza e impulso presso i clienti più giovani, agiati e pratici di tecnologia. La diffusione è maggiore nei mercati emergenti, con oltre il 75% di clienti in Cina e India che afferma di avvalersi di servizi erogati da operatori FinTech; seguono Emirati e Hong Kong. Le FinTech hanno compiuto i più grandi passi avanti nella gestione degli investimenti, dove il 17,4% dei clienti si avvale esclusivamente di esse e un altro 27,4% vi ricorre in aggiunta ai provider tradizionali. Con così tante società FinTech specializzate in servizi di nicchia, lo studio WFTR ha evidenziato anche che molti dei loro clienti (46,2%) utilizzano i servizi di più di tre di esse.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Capgemini: banche retail, cambiare per sopravvivere

Consulenti, non piacete ancora abbastanza ai paperoni

Polonia, la Cina d’Europa

NEWSLETTER
Iscriviti
X