Banca d’Italia pubblica le attese Disposizioni in tema di social lending

A
A
A
Avatar di Redazione 11 Novembre 2016 | 08:55

L’attività di Peer-to-Peer lending (o P-2P lending) è da ieri pienamente riconosciuta in Italia. Banca d’Italia ha infatti pubblicato le attese  nuove Disposizioni in materia di raccolta del risparmio da parte dei soggetti diversi dalle banche, che comprendono una sezione (la IX) completamente dedicata al social lending e quindi alle piattaforme web che intermediano denaro erogato da investitori privati e istituzionali a prenditori privati o a imprese.

Lo scrive oggi MF Milano Finanza, precisando che la nuova normativa entrerà in vigore il 1° gennaio 2017.
Il testo definitivo è sostanzialmente in linea con quello licenziato alla fine dello scorso gennaio al termine della consultazione con gli addetti ai lavori (si veda altro articolo di BeBeez e il Report di BeBeez sul fintech).

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Visco (Banca d’Italia): banche e fondi hanno retto bene alla crisi

Board Bce, l’Italia candida Panetta

Titoli di Stato, in aprile boom di acquisti dall’estero

NEWSLETTER
Iscriviti
X