Alipay alla conquista dell’Europa

A
A
A
Avatar di Federico Morgantini 13 Dicembre 2016 | 08:59

Alipay è il principale strumento di pagamento digitale cinese, con oltre 450 milioni di utenti attivi, permette pagamenti e incassi elettronici da fisso e mobile basati su un conto-deposito o su carte di credito e debito a questo collegate. Di fatto è la copia di PayPal, gestito da Ant Financial Services Group, il ramo finanziario del gruppo Alibaba.

Ormai da tempo i vertici di Alipay sono attivi anche nello sviluppo del mercato internazionale e in particolare di quello europeo.

A conferma di questo, martedì 6 dicembre hanno annunciato una nuova partnership con tre primarie banche europee (BNP Paribas, Barclays e UniCredit) e con SIX Payment Services, una delle principali società di servizi di pagamento in Europa.

L’operazione è finalizzata a permettere l’utilizzo di Alipay come sistema di incasso a un sempre maggiore numero di esercizi commerciali europei, in particolare quelli che hanno come clienti i turisti cinesi, già in possesso di un account Alipay.

In realtà l’operazione è solo l’ultimo passo di una politica di espansione internazionale. Infatti il primo ingresso di Alipay in Europa è stato nell’ottobre 2015 con l’accordo con Tripidi, operatore commerciale chiave dell’aeroporto di Francoforte.

Da allora sono poi susseguite numerose altre collaborazioni, come quelle con la tedesca Concardis nel giugno 2016 e la francese Ingenico nell’agosto 2016, entrambe piattaforme di pagamento.

Tanto che gli utenti di Alipay possono già pagare mediante l’applicazione in location come Harrods, Selfridges, Printemps e nell’aeroporto di Monaco di Baviera (che uno dei 10 aeroporti in tutto il mondo ad aver aderito al programma “Aeroporto Future” di Alipay).

E non solo possono pagare, ma addirittura possono incassare sul proprio conto Alipay i rimborsi fiscali (tax refund) in ben 23 paesi europei.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La Cina entra nell’Anno del Bue in posizione di forza: i campioni dell’azionario

La ripresa è online: i casi Alibaba, Amazon e Zalando

Emergenti, ecco le nuove Big Tech del prossimo decennio

NEWSLETTER
Iscriviti
X