Perché il valore del Bitcoin è raddoppiato in un anno fin sopra i 1.000 dollari

A
A
A
di ferrario 3 Gennaio 2017 | 11:20

Nuova giornata sugli scudi per la moneta digitale Bitcoin, il cui valore anche oggi si conferma sopra i 1.000 dollari, soglia superata ieri per la prima volta dopo tre anni.

Le quotazioni hanno raggiunto oggi i 1.029 dollari sulla piattaforma Bitstamp, per poi attestarsi attorno ai 1.015 dollari, ma a fare scalpore è l’incremento delle quotazioni dei Bitcoin nell’ultimo anno.
Negli ultimi 12 mesi la cripto-valuta ha infatti messo a segno un incremento di valore del 125%: le quotazioni quindi sono più che raddoppiate.

Secondo alcuni osservatori il movimento sarebbe da attribuire, oltre che al crescente interesse da parte delle istituzioni finanziarie (ormai vicine al lancio di strumenti con Bitcoin come sottostanti), alle avvisaglie di nuove restrizioni sui movimenti di capitale in Cina, dove si concentra il 95% degli scambi della moneta. Maggiori restrizioni renderebbero infatti il Bitcoin uno dei pochi mezzi per effettuare trasferimenti di denaro in maniera veloce da e verso il Paese. Non mancherebbe quindi lo stimolo alla domanda.
Proprio ieri la Cina ha reso noto che a partire dal prossimo luglio tutte le operazioni di cambio effettuate in cash e superiori ai 50mila yuan (7.200 dollari) dovranno essere tracciate.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptovalute: il Messico non seguirà El Salvador sul Bitcoin

Bitcoin come valuta legale: ecco la proposta svizzera

Etf, la Sec dà l’ok a uno strumento sulle Bitcoin Industry Revolution Companies

NEWSLETTER
Iscriviti
X