Digital payment, l’educazione finanziaria fa il giro d’Italia

A
A
A
di Ettore Mieli 7 Marzo 2017 | 10:59

L’Associazione Italiana Istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica (A.I.I.P.) è partita con la prima tappa dell’iniziativa Pagamenti digitali: un mondo di vantaggi. Tanti buoni motivi per pagare senza contanti, organizzata in collaborazione con Il Sole 24 Ore presso il centro commerciale di Roma Euroma2, incontrando a tu per tu gli italiani nei luoghi del vivere quotidiano. Percepito come distante dalla quotidianità, il pagamento elettronico è utilizzato dall’80% dei cittadini esclusivamente per acquisti online, secondo la rilevazione dell’A.I.I.P. che ha intervistato numerose famiglie impegnate nello shopping.

Nel corso dell’evento si è parlato soprattutto di sicurezza dei pagamenti online, della differenza tra i diversi tipi di carte e del funzionamento dei nuovi sistemi di pagamento tecnologici. Scendere in campo a contatto diretto con le famiglie per dare risposte alle domande sui pagamenti digitali, su carte prepagate e di credito, anche per sfatare qualche falso mito, è stato l’obiettivo principale della prima tappa del tour dell’A.I.I.P. “Il pagamento, soprattutto se smaterializzato, è spesso visto con diffidenza: bisogna colmare questo gap con l’educazione finanziaria, spiegando uno ad uno i vantaggi della moneta elettronica e sottolineando i rischi legati al contante, purtroppo sottovalutati”, ha commentato il Presidente dell’A.I.I.P. Maurizio Pimpinella.

L’A.I.I.P. attraverso questo genere di iniziative intende valorizzare il dialogo in ogni sua forma, non solo attorno ad importanti tavoli istituzionali, ma anche direttamente con i cittadini su semplici operazioni quotidiane che, grazie alla tecnologia, possono migliorare la qualità della vita di tutti i giorni: “insisto da molto tempo sulla necessità di una diffusa educazione finanziaria e digitale per tutti gli italiani, che siano studenti, adulti o pensionati. Includo anche gli impiegati della Pubblica Amministrazione: più della metà di questi ha oltre cinquant’anni. Non sono nativi digitali, ed è necessario formare anche loro, non lasciare nessuno indietro. La Pubblica Amministrazione deve fare la sua parte ed essere in linea con i tempi, pronta a comunicare via smartphone, a mettere tutti nelle condizioni di evitare file e trafile. Dobbiamo continuare ad informare i cittadini, spesso titubanti nell’utilizzo delle carte di pagamento per via della tracciabilità”, ha proseguito Pimpinella.

Hanno partecipato in qualità di relatori Paolo Zucca – Giornalista de Il Sole 24 Ore, Giovanna Boggio Robutti – Direttore Generale della Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, Emanuela Rinaldi – Ricercatrice in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università degli studi di Udine e Fabio Picciolini – Responsabile Rapporto con i Consumatori A.I.I.P., già Presidente del Consumers’ Forum. Le prossime tappe saranno Milano, Torino e Napoli.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X