Tinaba spiega come si diventa “Migliore Startup Fintech”

A
A
A
Marco Barlassina di Marco Barlassina23 maggio 2017 | 10:08

Così Tinaba ha accolto la consegna del FintechAge Award per la categoria “Migliore startup Fintech” al fondatore e presidente Matteo Arpe.

Per Tinaba si tratta del primo riconoscimento giunto a poche settimane dal lancio ufficiale, che premia gli sforzi del nostro team nello sviluppo di un ecosistema digitale pensato per adattarsi alle nuove esigenze di gestione e condivisione del denaro, da parte delle giovani generazioni ma non solo.

Prima al mondo a non avere costi di commissione, l’App Tinaba è collegata a Banca Profilo e ad una carta prepagata di pagamento, ricaricabile dal wallet e da tutti gli oggetti sociali di Tinaba (casse comuni, progetti privati e pubblici).

Grazie alla nostra App, inoltre, le organizzazioni no profit e filantropiche possono ampliare in maniera significativa la loro community di donatori, mentre intere comunità finora considerate prive di rilevanza economica possono fin da oggi diventare protagoniste di importanti cambiamenti, anche dal punto di vista sociale.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Matteo Arpe, “ecco perché Tinaba non è una banca” – VIDEO

Fondi, Arpe nella digital finance

Ti può anche interessare

Pagamenti online più facili e veloci con Adyen

Sbarca in Italia la fintech olandese, protagonista di una delle più grandi Ipo di tecnologia degli ...

Blockchain a passo di leasing

Tutto pronto per il Salone del leasing, che avrà come focus il business matching e l'innovazione di ...