Investire in Bitcoin ed Ethereum, eToro lancia il CopyFund sulle criptovalute

A
A
A

eToro, il principale social network di trading al mondo, ha annunciato oggi il lancio di un nuovo CopyFund per investire in criptovalute

di Redazione7 giugno 2017 | 16:05

Il lancio coincide con un nuovo record raggiunto dalle criptovalute, il cui valore complessivo ha raggiunto i 100 miliardi di dollari confermando il trend registrato sulla piattaforma di eToro, che ha visto un incremento del numero degli utenti di quattro volte nel corso degli ultimi 12 mesi.

La funzione CopyFunds di eToro permette di copiare strategie di investimento predeterminate sfruttando la conoscenza dei membri della community e consentono agli investitori di avere accesso alle strategie con i migliori rendimenti. Il loro obiettivo è aiutare gli investitori, anche i più inesperti, a minimizzare il rischio sul lungo termine e promuovere opportunità di guadagno attraverso la creazione di una strategia d’investimento diversificata.

Il primo Crypto-currency CopyFund investirà nelle due maggiori criptovalute, il Bitcoin e l’Ethereum, il cui prezzo è cresciuto da 8 a 257 dollari dall’inizio di quest’anno. Il peso dei diversi asset all’interno del fondo sarà determinato dal valore delle singole criptovalute. Il fondo sarà, inoltre, regolarmente analizzato e automaticamente riequilibrato mensilmente.

Yoni Assia, co-fondatore e CEO di eToro, ha affermato:

“Blockchain e le criptovalute rappresentano la più grande innovazione nei servizi finanziari dall’introduzione dei computer nel settore. Oggi lavoriamo per rendere questo mercato accessibile a una platea ancora più ampia di investitori.
“Sempre più trader sono a conoscenza del potenziale di questo mercato e decidono di investirci. Adesso hanno l’opportunità di accedere a una strategia di investimento a lungo termine costantemente rivista e bilanciata.

“Abbiamo osservato che un numero crescente di clienti è alla ricerca di un modo più semplice per accedere agli investimenti in criptovaluta, con l’obiettivo di costruire un portafoglio in futuro completamente basato sulle monete virtuali. Oggi partiamo con il Crypto-currency CopyFund, ma a breve aggiungeremo altre valute virtuali come Ripple e Dash per espandere ulteriormente la nostra offerta”.

Attualmente sono disponibili sulla piattaforma di eToro 21 CopyFunds, per i quali è necessario un investimento minimo di 5.000 dollari.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

I Paperoni dei bitcoin

Il libretto in Bitcoin rende fino al 16%

Blockchain e consumi alle stelle

Bitcoin, arrivano le criptotasse

Lusso al polso e pagamento in Bitcoin

Primi al traguardo con i Bitcoin

La blockchain oltre il bitcoin, rivivi il webinar

La vigilanza ha fallito

Escort e porno, le nuove frontiere dei Bitcoin

Banche, la rivoluzione della tecnologia Blockchain

Dossier fiscale Bitcoin – La questione del riciclaggio

Investimenti, le criptovalute tra minaccia e opportunità

Bitcoin, quante insidie nella moneta virtuale

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini delle imposte dirette

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini dell’IVA

Dossier fiscale Bitcoin – I riferimenti del regime fiscale

Dossier fiscale Bitcoin – Introduzione

Il Bitcoin subordinato

Consob, occhio al “Bitcoin code”

Bitcoin nel mirino in Francia

Bitcoin e fondi, questo matrimonio non s’ha da fare

Miliardari coi Bitcoin, storia dei fratelli Winklevoss

Esma: “Occhio ai rischi delle criptovalute”

Miccoli (Conio): “I bitcoin? Meglio destinarvi non più dell’1,5% del portafoglio”

Bitcoin, nasce il primo fondo che investe in critptovalute

Bitcoin, mille bancomat in Italia

La corsa del bitcoin? Colpa (o merito) degli hedge fund

Bill Miller, l’ex manager di Legg Mason che punta sui Bitcoin

Il bitcoin? È una truffa. O forse no

Cresce la moda dei cripto-hedge fund

La Cina vieta le Ico, crollano le quotazioni di Bitcoin ed Ethereum

Goldman Sachs analizza le criptovalute

Swissquote adotta i Bitcoin

Ti può anche interessare

Arriva la prima soluzione Blockchain per il mercato assicurativo italiano corporate

A costituirla sono state Generali Global Corporate & Commercial Italia, AIG e UnipolSai Assicura ...

Bonsignore (Mobysign): “Pagare con smartphone ora è facile e veloce”

Il ceo di Mobysign illustra a Bluerating.com le caratteristiche dell'app, già scelta da Coop e Orac ...

Milano, taglio del nastro per il Fintech District

Si tratta della prima area urbana dedicata alle imprese e alle startup che lavorano per fondere la t ...