Asset management, un nuovo mercato del FinTech è nato in Asia

A
A
A
di Daniel Settembre 5 Maggio 2016 | 14:52

Alcuni Paesi asiatici hanno firmato un memorandum di intesa che consentirà una maggiore collaborazione tra fondi d’investimento e società FinTech

Dopo ben 6 anni di negoziati, Australia, Giappone, Corea del Sud e Nuova Zelanda hanno firmato l’Asia Region Funds Passport, un memorandum di cooperazione. Anche Singapore, Thailandia e Filippine hanno contribuito a negoziare il contratto, sebbene non abbiano ancora firmato. L’accordo consentirà ai fondi gestiti di offrire servizi transfrontalieri e aumenterà le possibilità per le imprese FinTech che lavorano con i fondi gestiti, come robo-advisor, istituti di credito e società attive nel P2P. Secondo un report di Pwc, il patrimonio in gestione nella regione Asia-Pacifico è previsto in aumento con un tasso di crescita annuale dell’8,5%, dai circa 7,7 trilioni del 2012 a 16,2 trilioni di dollari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Less Credit and More Debt

NEWSLETTER
Iscriviti
X