Rating febbraio ’09 – Le migliori SGR per Rating

A
A
A
di Samuele Camellini 10 Febbraio 2009 | 09:00
Schroder cede un fondo al top, ma resta primo. Aletti Gestielle riconquista il secondo gradino del podio, di poco sopra a Templeton e JP Morgan che non sembra avere rivali tra i gruppi, grazie a due Sicav nei primi quattro posti. Sono 16 le nuovo società in classifica su 147 totali.

Si apprezzano diverse novità interessanti leggendo i dati a fine gennaio 2009 dei fondi con cinque corone. Pare ci siano ancora assestamenti vigorosi in atto e, visto il periodo, la situazione non sconvolge più di tanto. Nelle analisi sugli ultimi trentasei mesi, infatti, il nuovo orizzonte temporale considerato parte dal 31 gennaio 2006 per terminare nella stessa giornata del 2009 e comprende tutte le violente discese che i mercati hanno subito da metà settembre dello scorso anno a oggi.
 

Aletti Gestielle rimonta e insidia la leadership di Schroder

Si torna in pratica indietro di un due mesi. ALETTI GESTIELLE SGR S.p.A. aumenta di 3 il totale dei fondi al vertice riportandosi a quota 10 e avvicinandosi a SCHRODER INTERNATIONAL SELECTION FUND SICAV che invece perde un comparto e scende a 12.
Templeton guadagna un fondo a cinque corone, consolidando il terzo posto con 9 comparti, così come JP MORGAN INVESTMENT FUNDS SICAV.
E’ di PIMCO FUNDS: GLOBAL INVESTOR SERIES PLC SICAV il balzo più significativo (+4 fondi). Questa Sicav si piazza in quarta posizione con 8 comparti insieme a JP MORGAN FUNDS SICAV che accresce il numero di fondi top rating di 3 unità, così come VEGAGEST SGR S.p.A. (7 fondi in totale).
E’ quasi un tracollo per WORLD EXPRESS FUNDS I SICAV e JANUS CAPITAL FUND PLC. Entrambe perdono 4 fondi e tornano ai livelli della classifica di fine novembre 2008. -4 è il peggior risultato mensile.
Delle sedici società di nuovo ingresso in graduatoria, l’unica ad entrare con due comparti è SYMPHONIA SICAV S.p.A.
 

L’87% dei gestori delineano una scenario stabile

Non risulta alcuna variazione per 72 società (il 49% del totale), le quali mantengono perciò lo stesso numero di fondi a cinque corone nel confronto con i dati a fine dicembre 2008.
Muta di un solo comparto, in positivo e negativo, il 38% delle asset management per un totale di 58 compagnie.
Includendo nel conteggio anche i cambiamenti di due fondi, le variazioni di scarso rilievo statistico si assestano al 95%.
 

Gruppi: Ubs a quota 16 compari top rating grazie a 8 società, ma JP Morgan è irraggiungibile

Si allunga l’elenco delle società di Ubs (2 in più rispetto allo scorso mese) che contribuiscono a rafforzare la seconda posizione della banca svizzera tra i migliori gruppi. La crescita complessiva è di 5 fondi, un record da quando stiliamo questa classifica.
JP Morgan non sta però a guardare. Anche la banca americana cresce di 5 comparti e ciò vuol dire issarsi all’invidiabile livello di 20 fondi con cinque corone.
In terza posizione, troviamo sempre Deutsche Bank, ben distanziata con 11 fondi di cinque distinte compagnie.
Scende pesantemente Dexia (-6 fondi) che con 8 comparti si fa raggiungere da Threadneedle, anch’essa in perdita, ma in misura meno consistente (-2 fondi).


Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: il Dollaro è di Credem

Top 10 Bluerating: Lyxor regina della finanza

Top 10 Bluerating: Schroders si prende la Gran Bretagna

NEWSLETTER
Iscriviti
X