Risparmio gestito: continuano i tagli al personale

A
A
A
di Matteo Chiamenti 30 Gennaio 2009 | 12:20
La OppenheimerFunds, società di gestione degli investimenti americana, ha annunciato ingenti tagli al personale. Un trend di ricerca di riduzione dei costi, che negli ultimi tempi ha visto il partecipare di altri grandi nomi del risparmio gestito.

OppenheimerFunds Inc., una unità operativa di investimento della Massachusetts Mutual Life Insurance Co., ha annunciato tagli al personale per circa il 9% del totale, in seguito alle perdite sulle proprie azioni e sul fronte della raccolta. A livello di numeri, Jeaneen Pisarra, portavoce della società ha riportato che questa settimana sono stati licenziati 220 dipendenti su di un totale di 2.600.

L’annata appena conclusa è stata molto negativa per la società di investimento americana (occorre ricordare che una società legata alla compagnia, è entrata a far parte della cerchia dei patrimoni incriminati coinvolti dal caso Madoff). I fondi gestiti hanno perso circa il 29% del valore, con una diminuzione della raccolta pari a 12 billioni di dollari. I giudizi da parte degli addetti ai lavori non sembrano rinfrancanti, stando a quanto dice Burton Greenwald un consulente indipendente “La OppenheimerFunds sta affrontando un serio problema di credibilità di fronte agli investitori e ha molto da fare ai fini di riottenere un’immagine positiva”. Un problema che sicuramente non coinvolge solo questa realtà imprenditoriale; altre società di gestione come Fidelity e BlackRock  hanno annunciato oltre 6.300 licenziamenti a partire da ottobre.

Continua quindi il forcing di riduzione dei costi, all’insegna della soluzione più tipicamente comoda (perlomeno in America): i tagli al personale. Forse non coscienti di quanto queste azioni possano incidere sull’opinione pubblica e sulla conseguente fiducia. O forse coscienti di quanto in realtà la principale attenzione di tutte le società sembra essere quella di tirare i propri remi in barca. Non curanti di chi le barche ha permesso di costruirle.     

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Eventi, un giro del mondo con Pictet

Top 10 Bluerating: Belgrave CM bis nell’Asia Pacifico

Top 10 Bluerating: Invesco è la regina dell’informatica

NEWSLETTER
Iscriviti
X