Fondi comuni – Etica SGR cala l'asso

A
A
A
di Matteo Chiamenti 23 Febbraio 2009 | 08:00
Con oggi si conclude la microtrattazione sul mondo dei fondi etici. Parliamo del miglior fondo (in ottica performance a un anno) della società Etica SGR: Valori Responsabili Monetario.

Continuiamo il breve viaggio nel mondo dei fondi etici, rinnovando la nostra analisi del parco prodotti offerto da Etica SGR. Il miglior fondo (in ottica di performance ad un anno) che propone questa società è il Valori Responsabili Monetario. Il risultato a un anno è positivo e pari al 4,88%, sulla base del’analisi offerta dal nostro product selector.

Il fondo investe principalmente in strumenti del mercato monetario e obbligazioni, per lo più denominati in euro e rilasciati da emittenti sovrani (Stati) o organismi sovranazionali. L’area geografica di riferimento è quella dei mercati regolamentati degli Stati appartenenti all’Unione Europea (senza l’inserimento di strumenti finanziari emessi da paesi emergenti). Tutti i titoli sono caratterizzati da merito creditizio (rating) “investment grade”. Sul piano delle politiche di selezione del portafoglio si rimanda al seguente articolo, che spiega chiaramente l’ottica utilizzata da Etica sgr.

Analizzando l’aspetto del rischio, questo viene indicato dalla società di riferimento come basso. La durata finanziaria della componente obbligazionaria (duration) del fondo è tendenzialmente pari a un anno e mezzo e coincide, per l’appunto, con l’ottica di investimento consigliata. Tuttavia, se si guarda dal lato della performance, l’arco temporale più convincente sembra essere quello di medio lundo termine (5 anni) con un risultato positivo che si assesta a quota 12,79%.


 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etica Sgr sottoscrive la Finance for Biodiversity Pledge

Grossi (Etica SGR): “Ecco come facciamo finanza responsabile”

Mascheroni (Etica Sgr): “Investiamo a livello globale sovrappesando però l’Italia”

NEWSLETTER
Iscriviti
X