Fondi comuni – Luci sugli emergenti

A
A
A
di Roberto Dotti 1 Aprile 2009 | 14:00
I mercati dell’Europa dell’Est hanno beneficiato del miglioramento del clima sulle borse internazionali che sta spingendo gli investitori a puntare nuovamente sul mercato russo.

A inizio settimana hanno guadagnato i petroliferi grazie alla solidità del prezzo del greggio: LUKoil +1,4%, Rosneft +1,6% e Gazprom Neft addirittura il +24,3%. Circolano notizie su una possibilità da parte di Gazprom di esercitare l’opzione d’acquisto del 20% di Gazprom Net attualmente in mano ad Eni, entro il prossimo 9 aprile. Peggio è andata per Norilsk Nickel, società mineraria a cui il governo russo ha chiesto informazioni sulla sua situazione finanziaria.
Verso la fine della settimana i listini hanno ritracciato in seguito al peggioramento del clima che si è respirato in Usa e per il calo del prezzo del greggio.

Anche nei mercati latino americani si sono verificate performance altalenanti: a inizio settimana il listino brasiliano ha guadagnato sull’onda delle notizie positive dei dati macroeconmici americani sulle vendite di case nuove e sugli ordini di beni durevoli. Ciò ha dato un po di speranza su una potenziale ripresa dell’economia e quindi sulla domanda di materie prime: sono stati infatti soprattutto i produttori di commodities a brillare. Il prezzo del rame a New York è aumentato del 3% e Merrill Lynch si attende per la seconda metà dell’anno una ripresa della domanda d’acciaio.

L’analisi dei migliori e peggiori comparti inclusi nell’area azionari emergenti vede il fondo BGF India Fund in vetta alla classifica nella settimana che va dal 23 al 31 marzo con una performance positiva del +4,6%.
Il comparto, lanciato nel febbraio 2005, gestisce un patrimonio di 655,3 milioni di dollari e ha registrato una performance a 3 anni del -15,2%.
Il benchmark di riferimento è il S&P IFC Emerging Markets Investible India Index.
Il comparto investe almeno il 70% del patrimonio netto totale in titoli azionari di società con sede o che svolgono la loro attività economica prevalentemente in India.

I MIGLIORI FONDI AZIONARI DAL 25/03 AL 31/03

Valuta fondo percentuale
EURO BGF INDIA FUND 4,36%
EURO TEMPLETON EMERGING MARKETS SMALLER COMPANIES FUND 3,77%
EURO DWS INVEST CHINESE EQUITIES 3,34%
EURO JP MORGAN FUNDS EMERGING MARKETS SMALL CAP FUND 2,81%
EURO CAF INDIA 2,68%

I PEGGIORI FONDI AZIONARI DAL 25/03 AL 31/03

Valuta fondo percentuale
USD PARVEST BRAZIL -27,48%
USD VONTOBEL CHINA STAR EQUITY -18,60%
EURO CARMIGNAC EMERGENTS -14,54%
EURO AZ FUND 1 EMERGING MARKET LATIN AMERICA -12,37%
EURO FORTIS L FUND EQUITY TURKEY -10,48%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X