Fondi comuni – Credere in Credem

A
A
A
di Matteo Chiamenti 24 Aprile 2009 | 07:00
Il gruppo Credito Emiliano è una realtà nostrana che sta sempre più mettendosi in luce, con particoalre risalto nel risparmio gestito. Euromobiliare ne è la figlia e presenta il suo Euromobiliare Reddito.

LA SOCIETA’

L’istituto è stato fondato nel 1910, su iniziativa di alcuni imprenditori reggiani, con il nome di Banca Agricola Commerciale di Reggio Emilia; quindi nel 2010 festeggerà il suo primo secolo di storia. Attualmente il gruppo è presente a livello nazionale in 16 regioni.
Se guardiamo i dati Assogestioni relativi alla raccolta del risparmio gestito nel mese di marzo, Credem è il secondo gruppo dopo Mediolanum, con 136,3 milioni di Euro. Il patrimonio del gruppo relativo a questo segmento (rappresentato con successo dalla macro realtà Euromobiliare), è di oltre 7,4 miliardi di Euro.

I PUNTI DI FORZA

Credem, oltre a puntare sulle famiglie e sulle piccole/medie imprese con un servizio molto personalizzato, si è mostrata capace di spingere sull’innovazione. La nuova piattaforma di banking e trading on line ne è una dimostrazione.

IL GOLEADOR

Tra le diverse potenzialità del nostro product selector c’è anche quella di mostrarci il migliore fondo societario per performance a un anno. Euromobiliare Reddito si qualifica di con questo titolo, regalando un incremento della quota pari al 5,89%.

Presente da oltre 20 anni (esordio nel 1987) procede all’investimento principale in obbligazioni (rating pari almeno all’investment grade) e strumenti del mercato monetario denominati in Euro e, in misura contenuta, in altre divise. Investimento contenuto in depositi bancari. Le area geografica di riferimento è l’Unione Europea (investimento residuale in strumenti finanziari di emittenti di paesi Emergenti). La selezione delle componenti del portafoglio sfrutta l’analisi delle principali variabili macroeconomiche; attenzione prestata agli obiettivi e agli interventi di politica monetaria della Banca Centrale Europea e alle opportunità di posizionamento, anche tramite arbitraggi, sulle curve dei tassi. In relazione alla finalità di investimento il fondo si avvale di una leva finanziaria massima pari a 1,3. Pertanto l’effetto sul valore della quota di variazioni dei prezzi degli strumenti finanziari cui il fondo è esposto attraverso strumenti derivati risulta amplificato fino ad un massimo del 30%

L’investimento anche in emergenti lo rende un prodotto dal rischio medio, con un orizzonte di investimento di medio termine (2/5 anni), ed è proprio quest’arco temporale a regalare le soddisfazioni migliori. La performance a 5 anni è infatti positiva e pari al 12,07%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X