Fondi comuni – Tempo di trimestrali

A
A
A
Avatar di Roberto Dotti 27 Aprile 2009 | 15:40
Tempo di trimestrali: anche le stelle dell’economia americana vedono al ribasso le stime degli utili.

Il gigante della chimica DuPont ha lanciato un nuovo profit warning, tagliando le stime per il 2009. Nel primo trimestre dell’anno l’utile è calato del 59% e i ricavi del 17% e si pensa che le condizioni del mercato dovrebbero rimanere difficili per tutto l’anno.
Anche la farmaceutica Merck ha pubblicato una trimestrale sotto le attese di mercato: utile in calo del 56% e ricavi a -8%. Sui primi tre mesi dell’anno hanno pesato soprattutto le oscillazioni di cambio sfavorevoli e la perdita dell’esclusività dei diritti sul farmaco Fosamax.

Anche Caterpillar ha pubblicato una trimestrale con ricavi in discesa del 22% e una perdita nel primo trimestre di 112 milioni di dollari, comunque migliore delle attese della comunità finanziaria. Le condizioni dell’economia continuano ad essere fragili e la società continuerà a tenere sotto controllo i costi e a ridurre le scorte di magazzino.
Coca Cola ha chiuso il trimestre con un calo dell’utile netto del 10% e una flessione dei ricavi del 3%: le vendite nel mercato nord americano hanno subito una forte battuta d’arresto ma sono state compensate dalla crescita dei volumi nei paesi emergenti: +31% in India e +10% in Cina.
Yahoo ha chiuso il trimestre con un calo degli utili del 78%, ma i risultati sono stati in linea con quanto il mercato si aspettava. Sui risultati hanno pesato l’apprezzamento del biglietto verde e il calo della pubblicità online. Per tenere ulteriormente sotto controllo i costi la società taglierà il 5% del personale.
Le buone notizie annunciate da Geithner relativamente alle banche americane che hanno a disposizione più capitale del necessario hanno tranquillizzato gli investitori e i listini sono tornati a salire.

L’analisi dei migliori e peggiori comparti inclusi nell’area azionari settoriali vede il fondo Amex Us Mid & Small Cap Equities in vetta alla classifica nella settimana che va dal 20 al 24 aprile con una performance positiva del +5%.
Il comparto, lanciato nel giugno 1996, ha registrato una performance YTD positiva +2,2% contro una performance a 3 anni del -18,9%.
Il benchmark di riferimento è il Russell 2500 Index.
Il comparto investe principalmente in un portafoglio diversificato di titoli rappresentativi del capitale di società piccole e medie degli Stati Uniti d’America, che possiedono una capitalizzazione di mercato inferiore US$ 10 miliardi, (e può secondariamente investire in titoli convertibili in titoli rappresentativi di capitale e/o warrant), di società che abbiano la sede principale negli Stati Uniti d’America o che esercitino una parte significativa della loro attività negli Stati Uniti d’America. Il comparto può inoltre possedere attività liquide ausiliarie e investire fino al 10% delle proprie attività nette in Strumenti di Mercato Monetario che vengono negoziati regolarmente e possiedono una maturità residua che supera i 12 mesi.

I MIGLIORI FONDI AZIONARI DAL 20/04 AL 24/04

Valuta fondo percentuale
USD AMEX US MID & SMALL CAP EQUITIES 5,05%
USD MS US PROPERTY FUND 4,42%
USD MS US EQUITY GROWTH FUND 3,73%
USD FRANKLIN MUTUAL BEACON FUND 3,67%
EURO DB PLATINUM IV US GROWTH 3,47%

I PEGGIORI FONDI AZIONARI DAL 20/04 AL 24/04

Valuta fondo percentuale
USD DB PLATINUM IV CROCI US -14,16%
EURO GLOBERSEL USA -12,36%
EURO AZ FUND 1 ALPHA MANAGER THEMATIC -7,52%
EURO ING (L) INVEST US GROWTH -6,09%
EURO M&G NORTH AMERICAN VALUE FUND -5,68%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Axa Partners e Amex insieme per Blue Protection

AmEx sta sviluppando bot finanziario per Facebook Messenger

Fondi comuni – America sotto assedio

NEWSLETTER
Iscriviti
X