Fondi comuni – America alle prese con le previsioni

A
A
A
Avatar di Roberto Dotti 25 Maggio 2009 | 14:10
L’America è alle prese con misure per superare questa fese in cui ci sono segnali positivi ma che non rappresentano ancora la norma.

L’inizio della settimana ha visto Wall Street salire del 2,9% trascinata dai titoli bancari e ciclici e dall’assenza di notizie economiche negative. Nei giorni successivi, invece, sono usciti dati relativi al settore immobiliare peggiori delle attese e che hanno evidenziato come la crisi del comparto dal quale è nata la crisi stia ancora affrontando seri problemi: in aprile i nuovi cantieri aperti sono calati del 12,8% e i permessi edilizi sono scesi del 3,3%.
LA Fed negli ultimi mesi ha immesso sul mercato un ingente quantità di denaro per stimolare la crescita. che sommata alla politica dei tassi zero dovrebbe, in un prossimo futuro, scatenare una fiammata inflazionistica. Eppure, da quanto emerge dalla riunione del Federal Open Market Committee, ci si aspetta un’inflazione tra lo 0,6% e lo 0,9% nel 2009 e tra l’1% e l’1,6% nel 2010. Sono inoltre state riviste al ribasso le stime del Pil per il 2009 (tra -1,3% e 2%) e una ripresa più lenta per il 2010 (tra il 2% e il 3%).
Grazie alle politiche monetarie quantitative messe in atto dalla Fed, attraverso l’acquisto di Treasury a lunga scadenza per 300 miliardi di dollari, e quindi l’aumento di offerta di dollari, l’Euro ha chiuso ai massimi da quattro mesi sul dollaro.

L’analisi dei migliori e peggiori comparti inclusi nell’area azionari America vede il fondo Sisf Us Smll&Mid Cap Equity in vetta alla classifica nella settimana che va dal 18 al 22 maggio con una performance positiva del +1,8%.
Il comparto, lanciato nel dicembre 2004, gestisce un patrimonio di 538,3 milioni di dollari e ha registrato una performance YTD positiva +7,2% contro una performance a 3 anni del -7,3%.
Il benchmark di riferimento è il Russell 2500 (TR) Index.
Il comparto investe principalmente in titoli azionari di piccole e medie imprese statunitensi. Per piccole e medie imprese statunitensi si intendono quelle società che al momento dell’acquisto rappresentano in termini di capitalizzazione il 40% inferiore del mercato statunitense.
I MIGLIORI FONDI AZIONARI DAL 18/05 AL 22/05

Valuta fondo percentuale
USD SISF US SMALL & MID-CAP EQUITY 1,81%
USD FMM – US HIGH ALPHA FUND 1,42%
USD SELLA SICAV LUX EQUITY USA 1,39%
USD MS US PROPERTY FUND 0,94%
USD SISF US LARGE CAP ALPHA 0,82%

I PEGGIORI FONDI AZIONARI DAL 18/05 AL 22/05

Valuta fondo percentuale
EURO MS US VALUE EQUITY FUND -4,12%
EURO FIDELITY FUNDS – AMERICAN GROWTH FUND -3,75%
EURO FIDELITY FUNDS – AMERICAN DIVERSIFIED FUND -3,66%
EURO FIDELITY FUNDS – AMERICA FUND -3,37%
EURO MELLON US DYNAMIC VALUE FUND -2,92%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Agli investitori stranieri oltre la metà delle spa quotate a Milano

Montepaschi, fondi esteri in soccorso, ma solo per…

Fondi comuni – HSBC liquida tre comparti

NEWSLETTER
Iscriviti
X