Fondi comuni – settimana positiva nell'area Pacifico

A
A
A
di Roberto Dotti 9 Giugno 2009 | 11:00
I mercati asiatici hanno registrato una settimana in ascesa grazie al diffondersi di un cauto ottimismo.

Ad inizio settimana i mercati asiatici hanno reagito positivamente ai dati provenienti dall’attività manifatturiera cinese che indica una fase espansiva (sopra i 50 punti per il terzo mese di fila), trainati soprattutto dai trasporti, trading e minerari. Le notizie del fallimento di Gm non hanno invece avuto grosse ripercussioni perchè la notizia sembra già scontata dai mecati. L’Hang Seng di Hong Kong ha guadagnato l’1,6% raggiungendo i livelli massimi da otto mesi e Bank of China è salita del 7,7%.
Anche l’aumento dell’indice ISM manifatturiero americano dello scorso mese superiore alle attese ha fatto aumentare la fiducia nell’economia del Giappone, il principale partner commerciale degli Usa.

A metà settimana, dopo quattro sedute consecutive in rialzo, l’indice di riferimento del continente asiatico, il Msci Asia Pacific Index, ha perso il 2%.
Lo Shanghai Composite è salito intorno ai 2724 punti, quota che non raggiungeva da circa 10 mesi. Secondo lo “Shanghai daily” le vendite di nuove case nel mese di maggio sarebbero cresciute ai livelli più alti degli ultimi 20 mesi. l’aumetno dei prezzi dei principali metalli ha spinto i minerari. Il prezzo dell’oro è salito dello 0,5% a New York e l’argento ha raggiunto i livelli più alti degli ultimi 10 mesi. L’aumento della fiducia degli investitori nell’economia cinese ha spinto i bancari al rialzo.

Anche il fine settimana è stato investito dall’ottimismo grazie ai dati provenienti dagli Usa, secondo cui lo scorso mese si sono persi meno posti di lavoro di quanto previsto dagli economisti.

L’analisi dei migliori e peggiori comparti inclusi nell’area azionari settoriali vede il fondo M&G Asian Fund in vetta alla classifica nella settimana che va dal 29 maggio all’8 giugno con una performance positiva del +5%.
Il comparto, lanciato nell’agosto 1996, gestisce un patrimonio di 192,5 milioni di sterline e ha registrato una performance YTD positiva +40% contro una performance a 3 anni del 4%.
Il benchmark di riferimento è il MSCI AC Far East ex Japan Free Index.
Il comparto investe interamente o principalmente in una serie di titoli asiatici (Australasia inclusa). Il comparto può inoltre investire in titoli globali.

I MIGLIORI FONDI AZIONARI DAL 29/05 AL 08/06

Valuta fondo percentuale
EURO M&G ASIAN FUND 5,08%
EURO SELLA SICAV LUX ASIAN EMERGING EQUITY MARKETS 4,96%
EURO BRIGHT OAK GEO ASIA/PACIFIC 4,92%
EURO FMM – ASIA HIGH ALPHA FUND 4,52%
JPY PICTET FUNDS (LUX) JAPANESE MID-SMALL CAP 4,50%


I PEGGIORI FONDI AZIONARI DAL 29/05 AL 08/06

Valuta fondo percentuale
USD MS ASIAN PROPERTY FUND -2,13%
USD HHF JAPANESE EQUITY FUND -1,59%
USD MS JAPANESE VALUE EQUITY FUND -0,86%
USD HSBC GIF SINGAPORE EQUITY -0,46%
USD HHF JAPANESE SMALLER COMPANIES FUND -0,43%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Agli investitori stranieri oltre la metà delle spa quotate a Milano

Montepaschi, fondi esteri in soccorso, ma solo per…

Fondi comuni – HSBC liquida tre comparti

NEWSLETTER
Iscriviti
X