Mediolanum la spunta "globalmente" su Pioneer

A
A
A
di Matteo Chiamenti 2 Luglio 2009 | 07:00
Ci troviamo nell’area globale, comparto azionario. La sfida sul settore large e mid cap, vede l’affermazione del gruppo di Ennio Doris. Sul filo del rasoio.

GLI STRUMENTI

Ai fini dell’analisi utilizziamo le importanti risorse contenute all’interno del nostro product selector, che ci permette di determinare i fondi confrontabili per categoria di appartenenza (tipologia di prodotto, società di gestione e categoria Bluerating); in particolare, ai fini dell’articolo, sfruttiamo le potenzialità dello strumento confronta prodotti, che ci regala inoltre l’importante apporto grafico in calce alla pagina (che comunque è solo una parte delle varie schermate che si possono ottenere).

I PRODOTTI

La categoria è quella degli azionari globali (large e mid cap). Il primo prodotto è Mediolanum Azionario Top 100. Gli investimenti sono orientati prevalentemente verso le società a più elevata capitalizzazione borsistica mondiale, appartenenti a tutti i settori economici ed in misura contenuta verso società a medio-bassa capitalizzazione. Il fondo si avvale di una leva finanziaria tendenzialmente pari a 1,3 Gli investimenti sono diversificati nei vari settori industriali. Un rischio per l’investitore alto con orizzonte di investimento di lungo termine (10 anni).

L’altro protagonista della nostra analisi è Pioneer C.i.m. – Global Equity. Questo comparto avrà un’esposizione minima equivalente ai due terzi del suo valore netto d’Inventario attraverso: a) azioni e altri valori mobiliari assimilabili denominati in divise diverse, negoziati sui mercati regolamentati dei paesi membri dell’OCSE. Nel rispetto di quanto precede, il comparto, al fine dell’efficace gestione del portafoglio, potrà essere esposto: b). fino al 100% del suo Valore Netto d’Inventario in strumenti del mercato monetario e in titoli obbligazionari emessi da stati sovrani, società, agenzie o organismi internazionali; c) fino al 10% del suo valore netto d’inventario in quote di fondi che rispettino la politica di investimento di questo comparto fino ad un massimo del 10% dell’attivo netto; d) fino a un terzo del suo Valore Netto d’inventario in azioni e altri valori mobiliari negoziati sui mercati regolamentati dei paesi al di fuori dell’OCSE, denominati in divise diverse e in liquidità denominate in diverse divise diverse dall’Euro. Rischio elevato con orizzonte di investimento di lungo termine.

IL MATCH

Ecco i risultati sulla base di elementi di raffronto riscontrabili all’interno del nostro confronta prodotti e delle schede prodotto (unite al supporto dei dati Assogestioni).

Raccolta su patrimonio: punto a Mediolanum Gestione Fondi sgr che, sulla base dei dati Assogestioni di maggio, ha ottenuto afflussi (10,7 milioni di Euro) mentre nel caso di Pioneer Investment Management sgr abbiamo un decremento della raccolta (-197,9 milioni di Euro).

Rating: 4 corone per Mediolanum Azionario Top 100.

Performance a 5 anni e YTD: Mediolanum Azionario Top 100 vince sul YTD e anche sul lungo.  

Volatilità a 1 e 3 anni: stavolta i punti vanno a Pioneer C.i.m. – Global Equity.

Commissioni (si trovano proseguendo la ricerca nella scheda prodotto): due punti per Pioneer C.i.m. – Global Equity. Le commissioni di gestione sono pari al 2% contro il 2,5%, mentre quelle di performance sono lo 0% contro il 20%.    

Indice di Sharpe: considerando l’orizzonte a 5 anno Mediolanum Azionario Top 100 possiede un indice più elevato, aggiudicandosi il punto.

Indice di Sortino: ancora un punto per Mediolanum Azionario Top 100.

RISULTATO FINALE

Mediolanum Azionario Top 100 6

Pioneer C.i.m. – Global Equity 4

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Match del giorno – Azionari Europa, Fidelity batte Blackrock

Match del giorno – Mediolanum vs Azimut, sfida monetari

Match del giorno – Poste vs Sara, sfida globale

NEWSLETTER
Iscriviti
X