Assogestioni, il balzo in avanti di Generali

A
A
A
di Chiara Merico 24 Febbraio 2017 | 11:54
Il gruppo del Leone torna a registrare un dato di raccolta positivo, dopo i forti deflussi del mese precedente, e si posiziona al secondo posto per raccolta con 1.352,8 milioni di euro, mantenendo anche la testa della classifica per risparmio gestito.

RIPARTE GENERALI – Secondo la mappa mensile di Assogestioni l’industria del risparmio gestito ha registrato a gennaio 2017 una raccolta netta positiva per 4,6 miliardi di euro, un dato che segna una forte accelerazione rispetto ai 595 miliardi di euro registrati a dicembre 2016. Per quanto riguarda le singole società, in testa alla classifica della raccolta netta nel periodo c’è ancora il gruppo Intesa Sanpaolo con 1.798,9 milioni di euro, trainato da Eurizon Capital con una raccolta netta di +1.433,1 milioni, mentre Fideuram registra una raccolta pari a 365,8 milioni. Torna a registrare un dato di raccolta positivo, dopo i forti deflussi del mese precedente, il gruppo Generali, che si posiziona al secondo posto con 1.352,8 milioni di euro; sul podio segue Societe Generale con 653,4 milioni di euro. Al quarto posto troviamo M&G Investments con una raccolta netta positiva per 611,8 milioni di euro, seguito dal gruppo Ubi Banca, con una raccolta netta nel periodo di 584,8 milioni di euro. In classifica seguono al sesto posto il gruppo Banco Bpm (+543,9 milioni), poi JpMorgan Asset Management (+430,4 milioni), Amundi Group (+386,2 milioni), Axa (+347,2 milioni) e il gruppo Banca Sella (+286,5 milioni).

DEFLUSSI – A registrare i maggiori deflussi nel mese è stato il gruppo Allianz, con -1.268 milioni di euro. Seguono Ubs Asset Management con -621,5 milioni e Pensplan Invest (-581,9 milioni).

PATRIMONIO GESTITO –
Prendendo in esame il patrimonio gestito, il gruppo Generali resta saldamente in testa alla classifica con con 468,411 miliardi di euro. Sul podio in seconda posizione troviamo il gruppo Intesa Sanpaolo con 372,284 miliardi di euro (284,3 Eurizon Capital e 88 Fideuram), e al terzo posto Pioneer Investments con 146,2 miliardi di euro. Seguono Poste Italiane (72,6 miliardi), Anima Holding (72,3 miliardi), BlackRock Investment Management (69,5 miliardi), Gruppo Ubi Banca (51,8 miliardi), Allianz (45,9 miliardi), Amundi Group (45,3 miliardi) e Gruppo Mediolanum (44,9).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Chiarezza, semplicità ed efficienza: il metodo Trabattoni per Assogestioni

Consulenti aprite le orecchie, ai giovani piacciono i Pac

Salone del Risparmio 2022, “Pronti, Via”

NEWSLETTER
Iscriviti
X