Jupiter Am, flussi netti e Aum in crescita nel 2016

A
A
A
di Chiara Merico 28 Febbraio 2017 | 08:30
Il patrimonio in gestione ha fatto segnare una crescita organica continuativa, con flussi netti pari a 1 miliardo di sterline; gli asset under management sono aumentati del 13%, a 40.5 miliardi di sterline.

RISULTATI COL SEGNO PIU’ – Risultati positivi per Jupiter Asset Management nel 2016: secondo quanto rivela una nota della società, il 66% del patrimonio gestito in fondi comuni ha registrato una performance degli investimenti superiore alla media negli ultimi tre anni. Il patrimonio in gestione ha fatto segnare una crescita organica continuativa, con flussi netti pari a 1 miliardo di sterline; gli asset under management sono aumentati del 13%, a 40.5 miliardi di sterline e le commissioni di gestione nette cresciute del 10%, a 330.2 milioni di sterline. L’utile pre-tasse è aumentato del 4% pari a 171.4 milioni di sterline, e i dividendi totali per azione sono stati di 27.2 pence, in aumento del 7%.

UN ANNO DI CRESCITA – Maarten Slendebroek, chief executive di Jupiter Asset Management, ha commentato“In un anno definito da molti come sfidante, sono lieto di annunciare che Jupiter ha continuato a portare crescita per i propri azionisti e valore per i clienti. Il sentiment degli investitori è stato influenzato da una serie di eventi macro, ma a dispetto di questo contesto abbiamo registrato flussi in entrata e una crescita sana degli utili. Continuiamo a portare avanti la nostra strategia, con il lancio di nuovi fondi e prodotti e con l’apertura di due nuovi uffici internazionali. Nel 2017 continueremo su questa strada continuando ad investire sulle persone, sui sistemi e sulle infrastrutture che contribuiranno a sostenere la nostra crescita futura.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Jupiter AM, debutto a stelle e strisce

Bezalel (Jupiter AM): “La deflazione sta conquistando il mondo”

Il 2020, l’anno della sostenibilità

NEWSLETTER
Iscriviti
X