Finanza&Futuro e Deutsche Bank aprono le porte a Nordea

A
A
A
di Andrea Telara 28 Febbraio 2017 | 13:03
La rete guidata da Armando Escalona, assieme alle filiali e al private banking della banca tedesca distribuiranno 77 comparti della casa di gestione scandinava.

ACCORDO NORDICO – Deutsche Bank e Nordea Asset Management, il principale gestore di investimenti nella regione del Nord Europa con oltre 230 miliardi di euro di asset in gestione, hanno siglato un accordo di partnership. Grazie all’intesa, la rete di consulenti finanziari di Finanza & Futuro, le filiali tradizionali e il private banking di Deutsche Bank arricchiscono il proprio portafoglio prodotti con la Sicav Nordea 1 e ai suoi 77 comparti. Fabio Caiani, country head di Nordea in Italia, ha commentato: “Sono molto lieto di annunciare questa nuova prestigiosa partnership e ringrazio tutti coloro che hanno lavorato duramente per ottenere questo risultato. Si tratta di un passo molto importante che rafforza ulteriormente la nostra presenza sul territorio e che si inserisce nella nostra strategia di lungo termine sul mercato italiano”. “Siamo soddisfatti di avere siglato questo nuovo accordo con Nordea”, ha detto invece ha dichiarato Silvio Ruggiu, responsabile della rete filiali di Deutsche Bank, in Italia, “che ci permette di ampliare la nostra gamma prodotti con l’obiettivo di rispondere in modo sempre più puntuale alle esigenze dei nostri clienti”. “Da anni” ha commentato Armando Escalona, amministratore delegato di Finanza & Futuro, “il gruppo Deutsche Bank in Italia ha deciso di operare con un modello distributivo di architettura aperta. Questo accordo rafforza ulteriormente i nostri accordi di partnership con oltre 18 società di gestione di primario livello sia a livello nazionale sia internazionale”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: Dws leader nelle telecomunicazioni

Deutsche Bank ritira un report scottante in Germania

DB, Parazzini: il futuro passa per Draghi e l’Europa

NEWSLETTER
Iscriviti
X