Risparmio gestito – Luci e ombre

A
A
A
di Matteo Chiamenti 23 Luglio 2009 | 10:00
Ecco il il commento settimanale sull’andamento dell’economia e dei mercati di Henderson Global Investors.

NEWS

-        La scorsa settimana i risultati di Goldman Sachs, Intel e IBM hanno superato le previsioni sull’utile trimestrale e hanno fatto tornare sotto ai riflettori gli asset rischiosi.

-        La crescita della Cina nel secondo trimestre dell’anno ha superato le attese di mercato, con una crescita del PIL pari al 7,9% su base annua, rispetto al 6,1% nel primo trimestre. Il piano del governo da 585 miliardi di dollari annunciato lo scorso novembre sta guidando la ripresa trainata dalla domanda interna, anche se le autorità cinesi hanno smorzato le aspettative di una veloce ripresa, sottolineando come alcune sfide a livello economico permangano.  

-        Negli Stati Uniti le vendite al dettaglio sono state significative e superiori alle aspettative, anche se emergono comunque alcune debolezze: escludendo le vendite di petrolio e automobili, infatti, le vendite retail sono calate dello 0,2% per il quarto mese consecutivo.

VIEWS

-        Negli Stati Uniti, nonostante le vendite al dettaglio, il settore dei beni di consumo potrebbe non sostenere una ripresa significativa finché il mercato del lavoro non si stabilizzerà.

-        Nel Regno Unito, stimiamo che l’inflazione core arriverà ad essere prossima allo zero entro la fine dell’anno; il livello di utilizzo delle risorse (che guida l’inflazione in UK da due trimestri) è calato sensibilmente, il prezzo del petrolio si è ridotto e l’inflazione sui prezzi dei generi alimentari è al suo livello minimo da 14 mesi.

-        Sono attesi per oggi i minutes dell’ultimo incontro della Commissione per le Politiche Monetarie della Banca d’Inghilterra, che gli investitori attendono per poter ricevere indicazioni sulle azioni che la Banca potrebbe intraprendere in tema di politica espansiva, dopo che il suo programma aveva subito una battuta d’arresto questo mese. Sempre oggi, negli Stati Uniti, le dichiarazioni in materia di politica monetaria che il Presidente della Fed Ben Bernanke presenterà al Senato verranno analizzate dai mercati per raccogliere informazioni sulla “exit strategy” della Fed.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: il Dollaro è di Credem

Top 10 Bluerating: Lyxor regina della finanza

Top 10 Bluerating: Schroders si prende la Gran Bretagna

NEWSLETTER
Iscriviti
X