Nomura in utile dopo 18 mesi, assorbiti i colpi di Lehman Brothers

A
A
A

Utile netto di 11,4 miliardi di yen per il colosso di Watanabe, dopo un anno e mezzo di rossi di bilancio. Dopo le acquisizioni a settembre delle attività europee ed asiatiche di Lehman Brothers, la cui integrazione costò 2 miliardi di dollari, si può finalmente affermare che Nomura si è ripresa dal colpo.

di Fabio Coco30 luglio 2009 | 09:20

Nomura Holding registra un inatteso +41% nel secondo trimestre del 2009 in termini di ricavi totali. La società giapponese ha, infatti, archiviato ricavi per 363,5 miliardi di yen nel secondo trimestre, mentre, su base annua, la crescita è stata del 120,9%. L’utile netto è stato pari ad 11,4 miliardi di yen (88 milioni di euro), ossia utili per azioni pari a 4,37 yen, contro il rosso nel secondo trimestre 2008, in cui il colosso finanziario chiuse il periodo con un -76,6 miliardi di yen. Nomura non chiudeva un trimestre in positivo da un anno e mezzo.
 
Si tratta di un risultato oltre le previsioni degli analisti. Nell’esercizio scorso, infatti, la società di Kenichi Watanabe aveva registrato una perdita pari a 709,4 miliardi di yen, un vero record negativo. Peraltro, lo scorso settembre, Nomura aveva rilevato le attività di banca d’investimento e di intermediazione di [s]Lehman Brothers[/s] in Europa e nel Medio Oriente.

Le attività asiatiche furono acquistate per 225 milioni di dollari, con la promessa di mantenere i circa 3.000 dipendenti del colosso fallito. Si trattò di un errore clamoroso per la più grande banca di brokerage giapponese. Il 23 febbraio, infatti, l’istituto di Watanabe annunciò un aumento di capitale da 291,2 miliardi di yen. La società dichiarò di emettere 375 milioni di azioni oltreoceano ed altri 341,4 milioni in Giappone, al fine di rafforzare il capitale. Nomura, in sostanza, dovette scontare 2 miliardi di dollari di costi per integrare le unità europee ed asiatiche acquisite dalla bancarotta di Lehman Brothers, fatica, a quanto pare, finalmente assorbita, come rileva l’utile trimestrale oltre le attese.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, sempre calda la raccolta estiva

Banche italiane, Fitch storce il naso

Fineco alla prova dei risparmiatori

Unicredit e Adiconsum sulla strada dell’educazione finanziaria

Poste si unisce al ponte della solidarietà

Le banche popolari fanno ricche le imprese

Presunte strane proposte commerciali, ex Fideuram viene sospeso

Deutsche Bank, tira aria di fusione

La robo advisory che punta alle news

Banche, prestiti col vento in poppa

Citi concilia con la Sec

Unicredit e la fame immobiliare

Generali cambia vestito al gestito

Etruria, Consob annullata

L’inutilità delle fusioni bancarie

Intesa Sanpaolo, il portafoglio nello smartphone

Come ti fidelizzo il private banker

Il trionfo social di Unicredit

Vigilanza, la linea morbida della Bce

IWBank PI, la consulenza tiene duro

Credit Agrigole, un portafoglio Npl destinazione Phoenix

Banche vs clienti, vizi e virtù dell’ABF

Mps torna sul mercato

Asset allocation, bye bye bull market

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

Banca Euromobiliare, sferzata private

Acquisizioni, Mediobanca ha il colpo in canna

Unicredit, l’utile in calo ma sopra le attese

Banche, sui conti dormienti interviene il Mef

Banca Mediolanum, raccolta quasi dimezzata

Deutsche Bank FA, scatta l’operazione crescita

Diamanti: Mps, il rimborso ritarda…ma arriva

Banco Bpm, il bilancio sorride

Ti può anche interessare

Contributi di vigilanza, segnalazioni possibili dal 9 ottobre

Consob proroga l'apertura del sistema per la segnalazione dei dati finalizzati al computo dei contri ...

Asia più forte per La Francaise

Si rafforza il team dedicato con l'ingresso di Jennifer Choi ...

Aiaf presenta il suo Portafoglio ottimizzato

Per il secondo trimestre 2018 i Panel Strategist di Aiaf hanno confermato il loro sovrappeso per il ...