M&G prepara fondi lussemburghesi a prova di Brexit

A
A
A

La gamma includerà fondi che mirano a seguire le stesse strategie di investimento dei fondi aperti britannici di M&G detenuti da investitori europei. Il tutto indipendentemente dall’esito dei negoziati sulla Brexit.

Chiara Merico di Chiara Merico3 marzo 2017 | 11:26

NOVITA’ IN VISTA – M&G Investments ha annunciato oggi l’intenzione di lanciare entro marzo 2019 una nuova famiglia di fondi Sicav lussemburghesi. Questa gamma di Sicav includerà fondi che mirano a seguire le stesse strategie di investimento dei fondi aperti britannici di M&G detenuti da investitori europei. M&G sta inoltre costituendo una nuova struttura giuridica in Lussemburgo composta da due entità:

  • Una società di gestione che è sia gestore di Ucits, sia gestore di fondi di investimento Alternativi (Aifm).
  • Una società dedicata alla distribuzione dei fondi e dei servizi della società di gestione lussemburghese.

MOSSA ANTI BREXIT – Grazie alla nuova struttura giuridica e alla nuova gamma di fondi Sicav, i gestori di fondi di M&G e le loro strategie di investimento rimarranno accessibili ai clienti internazionali, indipendentemente dall’esito delle negoziazioni politiche relative ai servizi finanziari in seguito all’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.  Anne Richards, chief executive di M&G Investments, ha commentato: “Con il lancio di questa gamma di fondi Sicav i nostri clienti internazionali potranno scegliere come accedere alle strategie dei nostri fondi e ai loro gestori. “Inoltre, i nostri clienti europei potranno continuare ad avvalersi delle nostre competenze nel campo degli investimenti da marzo 2019, a prescindere dalla forma che potranno prendere i rapporti commerciali tra il Regno Unito e il resto dell’Unione Europea”. Questi progetti sono subordinati all’approvazione delle autorità regolatorie lussemburghesi e britanniche.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit: per la May dimissioni a giugno

Brexit, rinvio indigesto per l’Unione europea

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Brexit News: May promette le dimissioni se si giunge ad un accordo

Brexit: no deal scongiurato, per ora

Brexit, sterlina tonica in attesa del voto in Parlamento

Brexit, i big del credito evitano l’Italia

Brexit: ora la strada è il rinvio

Brexit, altra sconfitta per la May

Brexit affossa il pil inglese

Brexit, la May nel pantano dopo il no di Juncker

Brexit, la May vuole di nuovo trattare

Etf a prova di Brexit

Brexit, la May si salva

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Effetto Brexit, il mercato dei titoli di stato torna a Milano

Le banche d’affari e private in fuga da Londra

Brexit, fuga dei gestori in Lussemburgo

Gam si prepara a una hard Brexit

Dalla Brexit alla Brentry

Brexit, 50 banche in fuga dal Regno Unito

Brexit, Citigroup punta sul Lussemburgo

Consulenti, in Gran Bretagna la Brexit frena i loro compensi

La Brexit spinge i financial advisor alla condivisione

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Ti può anche interessare

Cari gestori, cambiate le commissioni

E' arrivato il momento di cambiare il concetto di gestione attiva? ...

Fondi d’investimento, il migliore e il peggiore del 7/3/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

Banca Mediolanum è l’highlander dei Pir

La nuova legge varata dal governo ha gettato lo scompiglio sui Piani individuali di risparmio (Pir). ...