Bipiemme, un boccone di Banca Etruria

A
A
A
di Matteo Chiamenti 18 Novembre 2009 | 09:50
Gli Etruschi, popolo glorioso della storia italica, sono stati fagocitati dalla civiltà romana; un destino che, con le dovute licenze poetiche, sembra aver coinvolto anche parte della nota banca che ne porta orgogliosamente le veci, ovvero banca Etruria.

Al posto del gladio ecco gli occhiali variopinti di Massimo Ponzellini, presidente della Banca Popolare di Milano. E’ infatti una creatura da essa generata, Bipiemme Gestioni SGR, ad aver raggiunto un accordo preliminare per l’acquisto dell’ Etruria Fund Management CO, con un patrimonio gestito al 31 ottobre 2009 di 326,3 milioni di euro.

L’accordo prevede l’acquisizione da parte di Bipiemme Gestioni SGR del 99,98% del capitale di Etruria Fund Management Co, società di diritto lussemburghese dedicata all’istituzione e alla gestione di fondi comuni d’investimento al prezzo di circa 5,5 milioni di euro, oltre al patrimonio netto della società al 31 dicembre 2009. In particolare, Bipiemme Gestioni rileverà la proprietà del fondo comune multicomparto denominato “Etruria Fund” collocato prevalentemente dalle Banche del Gruppo Banca Etruria. Si ricorda che Banca Etruria è azionista di Bipiemme Gestioni e che, a seguito della fusione in corso tra Bipiemme Gestioni e Anima SGR, la quota di Banca Etruria nella nuova SGR sarà pari al 2,91%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, nasce un gigante italiano

Banco Bpm: in tre giorni di Borsa, passato il 10% del capitale

Matrimonio Banco Popolare – Bpm, l’ultimo ostacolo è la Consulta

NEWSLETTER
Iscriviti
X