Prosegue il rally per i fondi europei

A
A
A
di Redazione 9 Dicembre 2009 | 10:45
Secondo i dati dell’Efama, la raccolta netta per i fondi Ucit a lungo termine, esclusi i monetari, è stata pari a 27 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 21 miliardi di settembre.

I fondi europei confermano il loro buono stato di salute. Secondo il fact sheet mensile dell’Efama, l’associazione di asset management europea, i fondi armonizzati Ucits di lungo termine (esclusi quelli monetari) hanno infatti archiviato il mese di ottobre con raccolta in crescita, spinta dal ritorno di fiducia da parte degli investitori. Per il settimo mese consecutivo i fondi azionari, obbligazionari e bilanciati hanno registrato flussi netti positivi, pari a complessivi 27 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 21 miliardi di settembre.

Nel dettaglio, a trainare il dato sono stati gli obbligazionari, con una raccolta netta di 11,8 miliardi di euro, seguiti dagli azionari (8,2 miliardi) e dai bilanciati (7 miliardi), mentre restano in negativo i monetari, con riscatti netti per 18 miliardi di euro. La raccolta netti dei fondi speciali riservati a investitori istituzionali ha registrato un rallentamento a 1 miliardi di euro in ottobre, rispetto agli 8 miliardi di settembre. Considerando anche i fondi non armonizzati, la raccolta netta ha raggiunto i 159 miliardi di euro. Gli asset complessivi di Ucit e non Ucit hanno subito una leggera riduzione, pari allo 0,2%, dovuta al declino dei listini europei.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X