Azimut batte Sai, 6 a 4

A
A
A
di Francesco Biraghi 17 Dicembre 2009 | 16:15
Match del giorno tra due società di gestione che fanno della rete di promotori il principale riferimento con il cliente: Sai AM SGR e Azimut SGR si sfidano sul campo dei fondi azionari italia – large & mid cap

GLI STRUMENTI

Ai fini dell’analisi utilizziamo le importanti risorse contenute all’interno del nostro product selector, che ci permette di determinare i fondi confrontabili per categoria di appartenenza (tipologia di prodotto, società di gestione e categoria Bluerating); in particolare, ai fini dell’articolo, sfruttiamo le potenzialità dello strumento confronta prodotti, che ci regala inoltre l’importante apporto grafico in calce alla pagina (che comunque è solo una parte delle varie schermate che si possono ottenere).

I PRODOTTI

La categoria è quella dei fondi azionari italia – large & mid cap. Sulla sinistra troviamo Azimut Trend Italia. La SGR attua una politica di investimento di tipo dinamico e flessibile con la facoltà di azzerare la componente azionaria investendo esclusivamente in strumenti finanziari del mercato obbligazionario e monetario. La filosofia di gestione del Fondo è indirizzata a sfruttare i trend di crescita del mercato azionario, sovrappesando gli investimenti nei settori e/o emittenti ritenuti più profittevoli. A tale proposito lo stile gestione tende, nei limiti previsti dalla normativa, a concentrare le scelte su un numero relativamente ristretto di titoli determinando quindi una elevata flessibilità nella costruzione del portafoglio.

Alla destra troviamo lo sfidante Sai Italia. Investe in strumenti finanziari di natura azionaria negoziati in mercati regolamentati ovvero OTC. Il Fondo può inoltre investire in parti di OICR, in obbligazioni e strumenti del mercato monetario, in strumenti derivati e in depositi bancari. Gli investimenti sono effettuati principalmente in strumenti finanziari di natura azionaria, denominati in euro, quotati nei mercati regolamentati italiani e/o di emittenti italiani, prevalentemente a media e alta capitalizzazione con prospettive di crescita stabili nel tempo. La SGR adotta uno stile di gestione attivo. Gli investimenti sono selezionati sulla base di un’analisi macroeconomica per la determinazione dei pesi da attribuire ai singoli settori; nonché sulla base di analisi economico–finanziarie per la selezione delle società con le migliori prospettive di crescita, con attenzione alle strategie industriali e alla qualità del management.
 
IL MATCH

Ecco i risultati sulla base di elementi di raffronto riscontrabili all’interno del nostro confronta prodotti e delle schede prodotto.

Patrimonio: punto per Azimut Trend Italia, che al 30 novembre 2009 ha un asset in gestione di 118,45 milioni di euro. Più piccole le dimensioni di Sai Italia, che si ferma a 40,35 milioni di euro.

Raccolta ultimo mese: nel mese di novembre, entrambi registrano una raccolta negativa. In ogni caso Sai Italia conquista un punto, cede infatti appena -0,05 milioni di euro, contor i -4,37 milioni di Azimut Trend Italia.

Rating: 5 corone per Azimut Trend Italia, 4 per Sai Italia.

Performance a 1 e 3 anni: prevalgono su orizzonti temporali diversi, un punto a testa.

Volatilità a 1 e 3 anni: Azimut Trend Italia vince su entrambi gli orizzonti temporali.

Commissioni (si trovano proseguendo la ricerca nella scheda prodotto): un punto per Sai Italia con 1,70% di provvigione di gestione annua. Più caro Azimut Trend Italia con 2,50% annui, a cui si aggiunge una commissione di incentivo del 15% sulla overperformance rispetto al 50% euribor 1 anno + 2,00%.

Indice di Sharpe a 1 e 3 anni: prevalgono su periodi diversi, un punto a testa

RISULTATO FINALE

Azimut Trend Italia: 6

Sai Italia: 4
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, ecco il piano per il 2022

Azimut, la convention detta le linee strategiche

Azimut: un rendimento da primato e nuovi record all’orizzonte

NEWSLETTER
Iscriviti
X