Eurizon batte Ubi Pramerica

A
A
A
di Francesco Biraghi 15 Gennaio 2010 | 16:00
Match del giorno tra due società di gestione con un’ampia gamma di fondi, che comprende anche comparti specializzati su specifiche aree geografiche: Ubi Pramerica SGR e Eurizon Capital SGR si sfidano sul campo dei fondi ‘azionari globali (mercati emergenti) – large & mid cap’

GLI STRUMENTI

Ai fini dell’analisi utilizziamo le importanti risorse contenute all’interno del nostro product selector, che ci permette di determinare i fondi confrontabili per categoria di appartenenza (tipologia di prodotto, società di gestione e categoria Bluerating); in particolare, ai fini dell’articolo, sfruttiamo le potenzialità dello strumento confronta prodotti, che ci regala inoltre l’importante apporto grafico in calce alla pagina (che comunque è solo una parte delle varie schermate che si possono ottenere).

I PRODOTTI

La categoria è quella dei fondi azionari globali (mercati emergenti) – large & mid cap. Sulla sinistra troviamo Ubi Pramerica Azioni Mercati Emergenti. Investe principalmente in strumenti finanziari di natura azionaria denominati nelle divise di Paesi Emergenti. Investimento residuale in parti di OICR, anche collegati. Aree geografiche: principalmente Paesi Emergenti. Categoria di emittenti: in via principale emittenti di Paesi Emergenti, con buone prospettive di crescita. Gli investimenti sono diversificati tra i diversi settori industriali. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: la selezione tiene conto delle risultanze di analisi macro-economiche dei singoli Paesi e delle risultanze di analisi fondamentale per la selezione delle società che abbiano un adeguato valore economico e che mostrino buone prospettive di crescita, al fine di ottenere una composizione del portafoglio adeguatamente diversificata in relazione alle aree geografiche e ai settori economici. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark. Sono possibili significativi scostamenti del Fondo rispetto al benchmark, a causa dell’investimento in strumenti finanziari di emittenti non presenti nell’indice di riferimento o presenti in proporzioni diverse e a causa del differente bilanciamento dei settori industriali di investimento.

Alla destra troviamo lo sfidante Eurizon Focus Azioni Paesi Emergenti. Investe principalmente in strumenti di natura azionaria denominati nelle valute dei Paesi Emergenti, in dollari USA e in euro, quotati nei mercati dei Paesi Emergenti o emessi da società di tali paesi con capitalizzazione medio/elevata, di tutti i settori economici. Investimento principale nei Paesi Emergenti. Il Fondo risulta esposto al rischio di cambio. Il Fondo investe in strumenti finanziari derivati con finalità di copertura dei rischi, di buona gestione del Fondo e di investimento. In relazione alla finalità di investimento, il Fondo si avvale di una leva finanziaria tendenzialmente compresa tra 1 e 1,30. Il Fondo si caratterizza per un’alta variabilità del valore della quota ed è consigliato a risparmiatori con un orizzonte temporale lungo (oltre i 7 anni) e con una propensione al rischio molto alta, che mirano ad una crescita significativa del capitale investito. E’ preferibile utilizzare il Fondo in un portafoglio diversificato, combinandolo con altri fondi specializzati per area geografica. Il benchmark del Fondo è composto dai seguenti indici total return: 95% MSCI Emerging Markets in euro; 5% MTS ‘ex Banca d’Italia’ BOT lordo.

IL MATCH

Ecco i risultati sulla base di elementi di raffronto riscontrabili all’interno del nostro confronta prodotti e delle schede prodotto.

Patrimonio al 31 dicembre 2009: un punto per Eurizon Focus Azioni Paesi Emergenti, cha ha un patrimonio in gestione di 614,28 milioni di euro. Si difende bene anche UBI Pramerica Azioni Mercati Emergenti con 438,17 milioni.

Raccolta ultimo mese: nel mese di dicembre, un punto per Eurizon Focus Azioni Paesi Emergenti, che raccoglie ben 7,18 milioni di euro. Buona anche la raccolta del comparto di Ubi Pramerica, che risulta positiva di 6,37 milioni.

Rating: 4 corone a entrambi, un punto a testa.

Performance a 1 e 3 anni: due punti per Eurizon Focus Azioni Paesi Emergenti, che prevale su entrambi gli orizzonti temporali. In ogni caso, il comparto di Ubi Pramerica ottiene anc’esso ottimi rendimenti.

Volatilità e Volatilità negativa ad 1 anno: prevale Eurizon Focus Azioni Paesi Emergenti, che così conquista altri due punti.

Commissioni: un punto per UBI Pramerica Azioni Mercati Emergenti, che presenta una commissione di gestione annua dell’ 1,85%. Di poco superiore il costo annuo del comparto di Eurizon: 1,90%. Entrambi presentano anche una commissione di incentivo sull’overperformance rispetto al benchmark.

Indice di Sharpe e Sortino a 1 anno: due punti per UBI Pramerica Azioni Mercati Emergenti, che fa leggermente meglio del rivale. Da notare che entrambi i fondi hanno degli indici con valori negativi, il che non indica un buon rapporto tra il rischio preso e il rendimento ottenuto.

RISULTATO FINALE

UBI Pramerica Azioni Mercati Emergenti: 4

Eurizon Focus Azioni Paesi Emergenti: 7
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: Eurizon prima nelle obbligazioni area Euro

Eurizon: il patrimonio segna un nuovo record

Risparmio gestito, Eurizon è Re Mida

NEWSLETTER
Iscriviti
X