Parte il tavolo di lavoro per la dematerializzazione dei fondi comuni

A
A
A
Avatar di Redazione 22 Gennaio 2010 | 14:00
Prende il via il tavolo tecnico al quale parteciperanno ABI, Assogestioni, Anasf, Assoreti e Assosim per la dematerializzazione dei fondi. Per l’estate del 2010 i primi risultati.

Con la pubblicazione da parte di Consob e Banca d’Italia del rapporto conclusivo sulla valutazione di fattibilità della dematerializzazione delle quote dei fondi comuni, le associazioni che rappresentano gli operatori di mercato hanno dato avvio ad un Tavolo Tecnico interassociativo per l’attuazione del piano di lavoro delineato nel documento.

Il tavolo tecnico è composto dai rappresentanti dell’industria, ossia le società di gestione del risparmio, le banche collocatrici, le banche depositarie – organizzate nelle associazioni di settore ABI, Assogestioni, Anasf, Assoreti e Assosim. Le due authority Consob e Banca d’Italia saranno invitate a partecipare in qualità  di osservatori.

Nel tavolo tecnico saranno definito il linguaggio, le procedure e le modalità operative per la standardizzazione della gestione degli ordini dei fondi comuni entro l’estate del 2010 e di supportarne l’implementazione entro la fine del 2011.  

La creazione del tavolo tecnico risponde all’impulso per rendere il sistema del risparmio gestito italiano più efficiente e competitivo, così come richiesto dal rapporto Klinz sull’Asset Management  del 2007. In questo ambito si colloca anche l’attività del Fund Processing Standardization Group (FPSG), di cui fanno parte rappresentanti del risparmio gestito e del settore bancario, creato dall’associazione europea del risparmio gestito EFAMA per favorire la convergenza verso uno standard condiviso e per monitorare l’adozione di tale standard nei diversi paesi.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti SRI e digitale, questi trend sconosciuti (in Italia)

Consulenza, crescita in doppia cifra con la pandemia

Truffe, i consigli di Consob per non finire come Conte

NEWSLETTER
Iscriviti
X