Bankitalia sui fondi pensione: innalzare il livello di professionalità

A
A
A
Avatar di Redazione 27 Aprile 2010 | 13:45
Dallo studio emerge che nonostante alcune recenti riforme abbiano migliorato la struttura di governo dei fondi pensione italiani, permangono delle criticità. In particolare…

Il tema della governance è all’ordine del giorno. Bankitalia in un paper realizzato da Francesco Bripi e Cristina Giorgiantonio ha fatto un po’ il punto sulla governance dei fondi pensione. Dallo studio emerge che nonostante alcune recenti riforme abbiano migliorato la struttura di governo dei fondi pensione italiani, l’analisi della disciplina vigente e l’indagine condotta sulle fonti costitutive di un campione rappresentativo di fondi pensione mostra il permanere di alcune criticità.

Tra queste lo studio evidenzia in particolare, l’assetto attuale potrebbe non garantire in modo adeguato la composizione dei trade–off tra professionalità e rappresentanza; la mancanza di una chiara ripartizione dei ruoli e delle responsabilità tra i diversi organi del fondo pensione; i meccanismi attualmente adottati non sembrano garantire un’efficiente gestione dei conflitti d’interesse.

 

 

Per ciascuno di tali aspetti, esistono comunque delle soluzione che la stessa authority mette in luce. Ad esempio, un primo passo potrebbe essere rappresentato dall’innalzare il livello di professionalità complessivo dell’organo di amministrazione, nei fondi pensione, anche attraverso iniziative di

formazione e aggiornamento che assicurino l’adeguatezza in concreto delle competenza raggiunte; dall’altro, chiarire le attribuzioni del CdA, del responsabile del fondo e del soggetto preposto alla funzione di controllo interno, eliminando le attuali duplicazioni di funzioni e i possibili conflitti di

interesse. 

Infine per tutte le categorie dei fondi pensione sarebbe auspicabile adottare efficaci misure di gestione delle situazioni di conflitto d’interesse, quali obblighi di astensione dalle deliberazioni del soggetto interessato e la caducazione di tali delibere laddove esse siano state assunte in violazione degli obblighi previsti. Alcune delle misure ipotizzate potrebbero essere efficacemente realizzate, in linea con quanto effettuato in altri paesi, attraverso l’adozione di un codice di autodisciplina per la governance dei fondi pensione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X