Risparmio gestito – Come sfruttare gli M&A delle commodities

A
A
A
di Matteo Chiamenti 27 Agosto 2010 | 14:00
Ecco l’analisi di Edmond de Rothschild Asset Management relativa alle recenti operazioni di M&A nel settore delle risorse naturali. I due fund manager Emmanuel Painchault e Raphael Dubois analizzano le operazioni che hanno visto coinvolti big del settore delle commodities e delle risorse naturali come BHP Billiton e Potash, evidenziando ragioni e riflessi di questa ondata di fusioni e acquisizioni.

Per molti mesi abbiamo notato un aumento deciso di tutte le operazioni di acquisizione e fusione nel settore delle commodities. In particolare è stato il settore dell’oro quello maggiormente coinvolto; in maggio la prima compagnia australiana la Newcrest Minino si è rafforzata annettendo a sé la Lihir Gold, operazione che vedrà la sua conclusione effettiva in settembre, mentre ai primi di agosto si è visto il meerget di Kinross Gold  con Red Back

Le ragioni che portano le società a queste operazioni sono legate alle continue necessità di risorse e di riserve a sostegno della crescita futura. Per esempio la Bhp Billiton, protagonista di una recente scalata ostile,  ha ammesso la necessita di diversificare le proprie fonti energetiche, per cogliere al meglio le opportunità del rilancio del mercato dei fertilizzanti.

Il nostro fondo Commosphere World è posizionato al meglio ai fini di cogliere questi movimenti societari. Infatti è presente un consistente investimento nelle compagnie junior target ad alto potenziale di crescita; non è un caso che dal giorno della sua creazione, il 31 dicembre 2008, il comparto abbia registrato una performance netta del + 41,03%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X