Risparmio gestito – La scelta corporate

A
A
A
di Matteo Chiamenti 10 Gennaio 2011 | 12:30
Il mercato corporate in Europa. Ecco la view di Allianz.

Dopo risultati degni di nota negli ultimi 18 mesi, l’investimento in titoli societari dovrebbe confermarsi anche nel 2011 come uno dei migliori segmenti del mercato obbligazionario. L’aumento del rischio sovrano colpisce il mercato corporate, in particolare nel settore bancario – le banche europee detengono infatti in portafoglio una quota significativa di titoli emessi dai Paesi «periferici» – e nelle utilities. Questi due settori rappresentano circa il 60% dell’indice dei titoli corporate di qualità Investment Grade e meno del 15% dell’indice High Yield.

Conseguentemente riteniamo che il segmento High Yield sia quello da privilegiare. Nel 2010 tale universo di investimento si è notevolmente arricchito di nuove emissioni. Privilegiamo innanzitutto i settori non ciclici, come telecomunicazioni, alimentari e bevande, che offrono un rendimento allettante per il loro carattere difensivo. Siamo inoltre interessati ai debiti cosiddetti secured, vale a dire garantiti da attivi di cui esaminiamo attentamente la qualità. Per contro manteniamo generalmente un atteggiamento negativo sugli emittenti dei Paesi «periferici».

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

Allianz GI nel mirino della BaFin

Asset allocation: due interrogativi in vista dell’autunno

NEWSLETTER
Iscriviti
X